Il rispetto delle regole anti-Covid influirà sulla condotta: la maggioranza dei docenti è d’accordo

WhatsApp
Telegram

Quasi 5mila voti nel sondaggio lanciato sabato da Orizzonte Scuola sull’idea, lanciata dall’ANP, di inserire, tra le valutazioni del voto di condotta, anche il rispetto delle regole anti-Covid. Vince per il 60% il sì, con i docenti e gli Ata d’accordo sulla misura proposta. Il restante 40%, invece, non è d’accordo.

Quasi i 600 i commenti su Facebook. Molti di loro ironizzano.

C’è, ad esempio, Mario che dice: “Terrorizziamo ancora un po gli alunni. Io direi di fare un’aula di isolamento in ogni istituto”.

Paolo, invece, più o meno seriamente scrive: “Nei casi peggiori (esempio entrata con la febbre) dev’essere prevista l’espulsione e la bocciatura.

C’è Anna, poi, che aggiunge: “Sta diventando una storiaccia senza né capo né coda. Senza tener conto dei risvolti psicologici, mentali, fisiologici, logistici e irrazionali della faccenda”.

Per Giulia, invece, “il rispetto delle regole fa sempre parte del voto di comportamento, a prescindere dal Covid19”.

Per Elena, invece, “scuole vuote, vedrete presto. Psico polizia”.

Per Sophie, invece, “i bambini praticamente non trasmettono il covid-19. Ci sono chiari studi che lo dimostrano. Così facendo creerete semplicemente a vita dei traumi ai vostri bambini”.

Per Giorgio, infine, “le regole anticovid sono una farsa per deresponsabilizzare i presidi, la scuola lo stato!!! Preoccupatevi di trovare bravi insegnanti entro settembre”.

I presidi all'attacco: "Il rispetto delle regole anti-Covid influirà sul voto di condotta. Chi trasgredisce avrà un valutazione negativa". Sei d'accordo?

Posted by Orizzonte Scuola on Saturday, July 11, 2020

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito