Il rispetto delle regole anti-Covid influirà sulla condotta: la maggioranza dei docenti è d’accordo

Stampa

Quasi 5mila voti nel sondaggio lanciato sabato da Orizzonte Scuola sull’idea, lanciata dall’ANP, di inserire, tra le valutazioni del voto di condotta, anche il rispetto delle regole anti-Covid. Vince per il 60% il sì, con i docenti e gli Ata d’accordo sulla misura proposta. Il restante 40%, invece, non è d’accordo.

Quasi i 600 i commenti su Facebook. Molti di loro ironizzano.

C’è, ad esempio, Mario che dice: “Terrorizziamo ancora un po gli alunni. Io direi di fare un’aula di isolamento in ogni istituto”.

Paolo, invece, più o meno seriamente scrive: “Nei casi peggiori (esempio entrata con la febbre) dev’essere prevista l’espulsione e la bocciatura.

C’è Anna, poi, che aggiunge: “Sta diventando una storiaccia senza né capo né coda. Senza tener conto dei risvolti psicologici, mentali, fisiologici, logistici e irrazionali della faccenda”.

Per Giulia, invece, “il rispetto delle regole fa sempre parte del voto di comportamento, a prescindere dal Covid19”.

Per Elena, invece, “scuole vuote, vedrete presto. Psico polizia”.

Per Sophie, invece, “i bambini praticamente non trasmettono il covid-19. Ci sono chiari studi che lo dimostrano. Così facendo creerete semplicemente a vita dei traumi ai vostri bambini”.

Per Giorgio, infine, “le regole anticovid sono una farsa per deresponsabilizzare i presidi, la scuola lo stato!!! Preoccupatevi di trovare bravi insegnanti entro settembre”.

I presidi all'attacco: "Il rispetto delle regole anti-Covid influirà sul voto di condotta. Chi trasgredisce avrà un valutazione negativa". Sei d'accordo?

Posted by Orizzonte Scuola on Saturday, July 11, 2020

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì