Il prof Tiktoker Marenco agli studenti bocciati: “Non dare la colpa agli altri, prenditi le tue responsabilità e tra qualche anno questo lo ricorderai come un momento da rivivere”

WhatsApp
Telegram

“Te lo dico come fossi il tuo prof, il tuo fratello maggiore, tuo papà. Sai, tra pochi giorni tutto questo sarà passato. Però tu adesso hai una grande responsabilità: quella di far sì che questo momento rimanga per te un momento importante oppure far sì che rimanga uno dei tanti. A te la scelta”.

Sono le parole di Sandro Marenco, docente di inglese in un istituto di Alessandria e famoso TikToker, che nelle scorse ore ha pubblicato un video sul suo profilo Instagram, rivolto a tutti gli studenti bocciati, rimandati o che hanno avuto un brutto voto agli esami di Stato.

Se pensi che questo risultato sia solo responsabilità di altro da te, come la sfortuna, il docente, non ti aiuterà molto – ha spiegato – . Tu adesso hai una grande occasione: quella di prenderti la tua parte di responsabilità; qualcosa è andato storto, è evidente. Non può essere sempre colpa degli altri. Assumiti la tua responsabilità, cerca di capire cosa è andato storto. Solo così riuscirai a fare tesoro di questa esperienza. Che al momento ti rompe le scatole in una maniera incredibile, ti rode, lo so. Ma se tu fai così ti rimarrà un momento prezioso della tua vita”.

Marenco, infatti, nel suo discorso, osserva che “se pensi che la colpa sia sempre fuori rischi anche poi di pensare che la tua felicità sia sempre dipendente da qualcosa che c’è fuori. E lì arrivano i grandi problemi della vita. Perché ti costruirai allora relazioni che non saranno d’amore ma che saranno di compensazione. Chiederai al tuo partner di fare certe cose per farti essere felice, cercherai di costruire relazioni dove tu puoi comandare perché questo ti rende felice. Cercherai relazioni dove puoi essere comandato perché questo ti rende felice. Questo ti toglie la responsabilità di pensare alla tua felicità”.

La cosa più importante – aggiunge – è capire che noi costruiamo la nostra vita, nel bene e nel male. Se riuscirai a fare questo tra qualche anno ti ricorderai di questo momento non come il più brutto della tua vita ma come il più bello, uno dei più importanti. E quando tra qualche anno ti chiederanno qual è il momento che vorresti rivivere, anche se tu adesso non mi credi, sceglierai proprio questo”.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA