Il prof che rivisita in chiave pop i brani musicali del Seicento: ecco il suo lavoro innovativo

WhatsApp
Telegram

Mario Camilletti, docente e artista, ha concluso un progetto affascinante: la rivisitazione in chiave pop di brani musicali del ‘600. Il suo obiettivo? Dimostrare che la musica classica ha ancora un posto rilevante nella vita contemporanea e che è pronta per essere riportata alla luce in modo unico e stimolante.

Il progetto di Camilletti è stato reso disponibile gratuitamente a tutti, docenti, giovani, meno giovani. L’artista sostiene infatti che la musica classica, spesso vista come un territorio esclusivo per educare i giovani, può anche essere un potente strumento educativo per le generazioni più mature.

Camilletti ha scelto con cura sette brani di autori come Dowland, Monteverdi, e Haendel per il suo esperimento di fusione tra il vecchio e il nuovo. L’obiettivo non era solo di riportare alla luce la bellezza della musica del ‘600, ma di renderla rilevante e accessibile per un pubblico contemporaneo.

Il progetto ha visto la collaborazione di artisti rinomati come Max Rosati, chitarrista di Fiorella Mannoia, Tiziano Leonardi dei Cugini di Campagna, Alessio Bonucci, batterista di Al Bano, e molti altri. Queste collaborazioni hanno ulteriormente arricchito i brani, aggiungendo diverse sfumature e dimensioni alla reinterpretazione di Camilletti.

Dal 18 giugno, i brani rivisitati, accompagnati da video, sono disponibili su YouTube. Questa piattaforma offre a Camilletti un palcoscenico globale dove poter condividere il suo lavoro innovativo con un pubblico più ampio.

WhatsApp
Telegram

“Apprendimento innovativo”, un nuovo ambiente che permette al docente di creare un’aula virtuale a partire da una biblioteca didattica di contenuti immersivi. Cosa significa?