Il preside elettivo, che buona idea! Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Mario Bocola – Ben venga la figura del preside elettivo, ossia di un docente che a rotazione triennale viene nominato con scrutinio segreto a dirigente la scuola da un Collegio dei Docenti.

Il preside elettivo godrebbe di una maggiore stima e fiducia da parte di tutti gli insegnanti della scuola che lo sceglie perché non si crea un rapporto elitario ma un rapporto tra pari.

Si tratta di un docente che viene indicato dal Collegio dei Docenti a dirigere la scuola, ma che non riveste una figura super partes vincitrice di un pubblico concorso ma di un docente come tanti altri che fanno parte del collegio.

In questo modo il docente nominato rappresenterebbe una garanzia per la scuola che andrebbe a dirigente conoscendo a fondo e dall’interno i problemi da affrontare con maggiore o minore urgenza.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione