Il Preside è figura centrale in una scuola: come potrà gestire fino a 12-13 plessi scolastici?

WhatsApp
Telegram

lettera inviata a [email protected]  Lorenzo Picunio – Si susseguono le notizie di accorpamenti di scuole sotto un unico preside, al quale in genere è assegnata anche la reggenza di un secondo istituto, fino ad un totale – spesso – di 12 o 13 plessi scolastici, anche di ordine e grado diverso. Lasciamo per ora da parte la problematica della riduzione del personale di segreteria, già all’osso e caricato di nuove e importanti problematiche.

Ma non è questa la realtà più pesante: pensiamo alla figura del preside, che è un elemento essenziale dei rapporti fra le varie componenti della scuola, punto di mediazione fra insegnanti, alunni e genitori, tenutario della collaborazione con gli enti locali che gestiscono gli aspetti “materiali “ del funzionamento della scuola, oltre al legame con assistenti sociali, associazioni di volontariato, strutture sanitarie, ecc.

Ed immaginiamo questo preside aver a che fare con 6 o 7 amministratori locali, i presidi delle altre scuole, le Asl , la provincia e così via.

Un tessuto che favorisce sia il funzionamento della scuola, che grazie a questi collegamenti con il sociale coglie le difficoltà dei singoli alunni e ne favorisce la soluzione; questo specialmente laddove le strutture pubbliche prendono in carico le problematiche e si impegnano nell’affrontarle anche al livello familiare.

Certo è difficile fare questo per una presidenza con mille o duemila studenti.

Chi ha deciso questi tagli ha in mente una scuola dal facile funzionamento dove si espellono le “mele marce” e tutto diventa più semplice. Un modello che ha portato, a suo tempo, alle troppe bocciature ed all’emarginazione.

Non è l’idea di una scuola facile, non per i ragazzi e nemmeno per presidi, insegnanti e genitori. Anzi è una scuola che impegna e motiva, adatta ad una società progredita, inclusiva e democratica.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo 2024. Preparati con la con la metodologia vincente di Eurosofia