Il piano di miglioramento dei CPIA: gli aspetti organizzativo-gestionali e quelli didattici

WhatsApp
Telegram

In mancanza di rilevazioni sistematiche e oggettive quali i risultati delle prove INVALSI (che invece utilizzano le istituzioni del sistema scolastico) avrebbero potuto fornire, i CPIA, facendo leva sulle criticità di volta in volta evidenziate, sui bisogni individuati, sui progetti non ancora realizzati, hanno fissato, egregiamente, nel Piano di Miglioramento gli elementi su cui costruire, in linea generale, l’identità dei CPIA.

Aspetto Organizzativo-Gestionale

Anche per questa analisi ci serviamo del PTOF del Centro Provinciale Istruzione Adulti di Pavia diretto, brillantemente, dal dirigente scolastico prof. Daniele Stefano Bonomi. Ecco ciò su cui puntare:

  • rinforzare l’identità dell’Istituto quale rete territoriale di servizio nei suoi livelli di Unità amministrativa, didattica e formativa e nelle attività conseguenti, valorizzando i Punti Erogazione sul territorio ed i raccordi con gli altri ordinamenti e canali formativi.
  • richiedere proficua collaborazione degli enti locali per definire spazi e ambienti adeguati alle esigenze dell’utenza, al fine di creare idonei luoghi di apprendimento e aggregazione, e per riconoscere e assicurare al CPIA il ruolo di cabina di regia dell’Offerta Formativa per gli Adulti.
  • valorizzare il personale Docente attraverso la programmazione di percorsi formativi finalizzati al miglioramento della professionalità informatica, metodologica, della didattica innovativa sul piano della Ricerca Azione e della F.A.D, linguistica delle lingue straniere e della lingua italiana L2 per gli stranieri e della Multiculturalità.
  • partecipare al Piano Nazionale Scuola Digitale, (PNSD) per il potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali al fine di migliorare la formazione e i processi di innovazione dell’Istituzione scolastica.
  • tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, nel rispetto della normativa vigente attivando appositi corsi di formazione in ottemperanza alle disposizioni del D. Lgs. 81/2008 anche in partenariato con altri soggetti.
  • Potenziamento della formazione antincendio e primo soccorso come forma di misura compensativa, relativamente alla normativa vigente.

Assetto Didattico

Il PTOF del Centro Provinciale Istruzione Adulti di Pavia diretto dal dirigente scolastico Daniele Stefano Bonomi, indica anche su cosa deve puntare l’assetto didattico:

  • potenziare attività di accoglienza, orientamento e la continuità dei percorsi, (dal livello A2 del percorso di alfabetizzazione al percorso di 1° livello e da questo ai percorsi di 2°livello o alla formazione professionale) per tutti coloro che si rivolgono al CPIA come punto di riferimento per l’istruzione degli adulti.
  • elaborare strumenti utili per l’accertamento delle competenze in ingresso e il riconoscimento dei crediti informali e non formali.
  • garantire l’ampliamento dell’offerta formativa sulla base dei bisogni espressi dall’utenza anche in raccordo con altre tipologie di percorsi di istruzione e formazione. (centri per l’impiego, la camera di commercio, gli enti locali, in particolare gli assessorati ai servizi sociali, gli sportelli per l’immigrazione ecc.) sia nelle singole sedi che nelle case circondariali in cui il CPIA opera;
  • elaborare un sistema integrato con la formazione professionale per completare l’offerta formativa con percorsi laboratoriali, di alternanza scuola-lavoro o in apprendistato anche al fine di consentire al corsista il raggiungimento di una qualifica professionale.
  • contribuire alla riduzione del tasso di abbandono scolastico dell’istituto e del territorio di pertinenza al fine di garantire il minimo scarto possibile tra gli iscritti e coloro che raggiungono un titolo scolastico.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni