Il piano del governo per convincere i giovani alla vaccinazione

Stampa

Il governo Draghi è intenzionato allo scatto finale per arrivare all’80% di vaccinati, soglia entro cui dovrebbe scattare l’immunità di gregge da Covid-19. 

La struttura commissariale guidata dal generale Francesco Paolo Figliuolo ha concepito un nuovo piano per coinvolgere la fascia tra i 12 e i 19 anni e quella tra i 20 e i 29, ovvero più o meno la platea degli universitari. Tutto questo sarà possibile attraverso gli hub senza prenotazione.

Ci sono ancora 2,7 milioni di ragazzi ancora scoperti mentre quasi un milione ha ricevuto le due dose e 841mila sono in attesa del richiamo. Poi c’è la fascia tra i 20 e i 29 anni. Si tratta di persone che frequentano l’università e infatti è arrivato per loro l’obbligo per seguire le lezioni.

In due milioni non hanno ricevuto la prima dose mentre 2,7 milioni hanno completato il ciclo e 1,3 attendono il richiamo. Per l’intera fascia tra i 12 e i 29 anni la struttura commissariale intende creare una “corsia preferenziale”. E coinvolgere pediatri, medici di base e farmacisti. Oltre a sfornare campagne di comunicazioni mirate.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione