Il pensiero libero. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Mario Bocola – A scuola oggiNon c’è più libertà nemmeno

Di esprimere il proprio pensiero
Ma bisogna pensare con la testa degli altri
E i docenti devono stare
Molto attenti quando fanno lezione
A quello che dicono e come lo devono dire
Perché male può essere interpretato
Il loro pensiero
In quanto poi sono guai seri.
In passato questo non accadeva
Perché c’era più rispetto verso l’insegnante
E la sua parola era quasi sacrosanta.
E non vi erano facebook, twitter e altri canali social
Che subito mettono in rete ogni cosa
E il malcapitato docente di turno
E’ costretto a divenire il capro espiatorio
Della situazione.
Torniamo quindi a garantire
Piena libertà di insegnamento
Se vogliamo essere una Scuola libera
Senza lasciarci condizionare dall’altrui pensiero
E soprattutto abituiamo i nostri ragazzi
A ragionar con la propria testa
Perché il loro pensiero non venga distorto
E manipolato da altre forme di pensiero.
Evviva la libertà di espressione e la scuola che ancora può
Insegnare il rispetto e la democrazia!

Versione stampabile
anief banner
soloformazione