Il PdL chiede che anche “i giovani del TFA” partecipino al concorso d’autunno. E accenna all'”azzeramento” delle Graduatorie ad esaurimento

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Elena Centemero, deputato e Responsabile Nazionale Scuola PDL giudica positivamente la notizia del bando di concorso per 11.892 posti, che potrebbe permettere di "azzerare" le graduatorie ad esaurimento, come previsto dalla Finanziaria 2007. Il verbo è quello utilizzato dall’Onorevole, ma noi riteniamo e speriamo volesse dire "esaurimento", dando a questo termine il senso positivo e non quello negativo che un azzeramento di graduatorie in cui sono iscritti migliaia di docenti potrebbe comportare.
E chiede, dato che il sistema ha bisogno di forze giovani, che anche "i giovani del TFA" possano partecipare al primo dei due concorsi previsti.

red – Elena Centemero, deputato e Responsabile Nazionale Scuola PDL giudica positivamente la notizia del bando di concorso per 11.892 posti, che potrebbe permettere di "azzerare" le graduatorie ad esaurimento, come previsto dalla Finanziaria 2007. Il verbo è quello utilizzato dall’Onorevole, ma noi riteniamo e speriamo volesse dire "esaurimento", dando a questo termine il senso positivo e non quello negativo che un azzeramento di graduatorie in cui sono iscritti migliaia di docenti potrebbe comportare.
E chiede, dato che il sistema ha bisogno di forze giovani, che anche "i giovani del TFA" possano partecipare al primo dei due concorsi previsti.

La notizia del bando di concorso per le immissioni in ruolo, dopo tredici anni dal concorso che io stessa ho vinto nel 1999-2000, e’ una notizia positiva. A meta’ dei 21.112 posti per l’insegnamento si potra’ accedere in modo meritocratico e non solo per effetto dell’anzianita’ di iscrizione nelle graduatorie ad esaurimento, che speriamo con questo concorso vengano definitivamente azzerate, come era previsto dalla Finanziaria del 2007. Un bel passo in avanti rispetto alla proposta di chi voleva nel febbraio scorso l’assunzione di 10.000 insegnati da graduatoria usando come copertura finanziaria gli introiti dei giochi”.

E’ pero’ necessario ripensare l’intero sistema di reclutamento e mantenere separati i diversi momenti dell’abilitazione (TFA) e del reclutamento. E poi pensare a concorsi su base territoriale e con cadenza biennale, che consentano alle scuole di sceglierei loro docenti. Ma soprattutto il nostro sistema scolastico ha bisogno della forza innovatrice dei giovani. Il PDL chiede che anche i giovani che hanno superato le prove per il TFA possano partecipare a questo concorso. Diversamente si rischierebbe di creare creare nuovo precariato di cui non ha bisogno la scuola italiana e di cui non hanno bisogno gli insegnanti’‘.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia nel mese di dicembre trasmetterà tre nuovi incontri formativi gratuiti dedicati agli attori della scuola