Il paradosso del decadimento delle Gm 2016 e della permanenza del concorso non selettivo. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Egregio Ministro Luigi Di Maio, 

Le scrivo a nome del “Comitato idonei infanzia e primaria” e a nome del “Comitato idonei fantasma secondaria concorso docenti 2016”, ci rivolgiamo a Lei per sottoporre la nostra incresciosa situazione alla Sua sensibilità di politico attento ai temi del lavoro e del precariato.

Siamo circa 6000/ 7000 docenti idonei al concorso 2016: abbiamo superato tutte le prove, scritte e orali di un concorso durissimo e altamente selettivo .

Tuttavia, poiché la Legge 107 del 2015 – la famigerata “Buona Scuola” – aveva stabilito che la Graduatorie di Merito del concorso a cattedra includessero soltanto un numero di candidati pari agli esigui posti messi a bando più il limite 10%, chi si è collocato oltre la soglia del 10% non è stato riconosciuto neanche come “idoneo”. Da ciò la nostra provocatoria decisione di denominarci “idonei fantasma”.

Il decreto legislativo n. 59 di aprile 2017 ci ha poi riconosciuto finalmente lo status di idonei e ha permesso lo scorrimento delle Graduatorie di Merito del concorso 2016 per la scuola secondaria anche oltre il limite del 10%. Inoltre, la legge di bilancio del 27/12/2017 ha concesso la proroga di un anno delle graduatorie stesse ed ha consentito lo scorrimento, oltre il 10%, anche agli idonei infanzia e primaria (comma 334 ter legge 107 /2015).

Grazie a queste norme, l’impianto assurdo della “Buona Scuola” è stato in parte scardinato e molti idonei sono stati assunti: soprattutto nelle regioni del Nord, dove la disponibilità di posti è maggiore e le graduatorie scorrono più velocemente. Tuttavia, la situazione per alcuni docenti, soprattutto per quelli del sud e per quelli di alcune classi di concorso (ad es. quelle in esubero), la situazione è completamente diversa: le graduatorie scorrono lentamente e temiamo che, allo scadere della proroga delle nostre graduatorie di merito, ovvero già a settembre 2019, si materializzerà una situazione di gravissima discriminazione fra gli idonei ed alcuni non avranno la tanto attesa immissione in ruolo!

La situazione è resa ancora più incresciosa dal “regime transitorio” che ha previsto un concorso a cattedra NON selettivo, il concorso 2018, le cui Graduatorie di Merito Regionali (GMRE) sono “a esaurimento”, quindi, in una parola NON decadono! Insomma, se non verranno presi provvedimenti, le Graduatorie di Merito del concorso 2016, altamente selettivo, sono destinate a decadere, mentre non decadranno le graduatorie del Concorso 2018, dichiaratamente NON selettivo!

Per infanzia e primaria il concorso straordinario porterà alla formazione di una graduatoria ad esaurimento che in molti casi taglierà fuori gli idonei, molti non hanno i due anni di insegnamento in una scuola statale, quindi per chi affronta un concorso non selettivo ci sarà la sicurezza del ruolo, per chi ha superato un concorso selettivo no.

Come vede, egregio Ministro, noi idonei fantasma del concorso a cattedra 2016 siamo doppiamente discriminati. Con l’amarezza di sapere che, tra tutte le graduatorie della Pubblica Amministrazione prorogate con l’ultima legge di bilancio, sono state escluse SOLO quelle relative al settore dell’Istruzione!

Ci rivolgiamo dunque a Lei, egregio Ministro, conoscendo la Sua encomiabile attenzione verso il mondo della scuola, la lotta al precariato, la valorizzazione del merito e il sostegno alla crescita e e alla occupazione soprattutto nel Mezzogiorno.

Le chiediamo un confronto diretto per cercare una soluzione per noi docenti già formati e minuziosamente selezionati, vorremmo incontrarla perché ci siamo già confrontati svariate volte con gli Onorevoli Vittoria Casa e Lucia Azzolina, con i Senatori Mario Pittoni e Bianca Laura Granato ma ad oggi nessuna proposta concreta sulla nostra problematica.

Vorremmo incontrarLa perché siamo motivati fortemente verso questo lavoro per il quale ci siamo preparati duramente e con tante difficoltà, oneri e costi ; non troviamo giusto quindi che si bandiscano nuovi concorsi anche non selettivi quando ci siamo già noi preparati e formati.

Vorremmo incontrarLa perché siamo sicuri che si possa trovare una soluzione anche per noi, tra l’altro a costo zero per la Finanza Pubblica e non lesiva dei diritti di nessuna altra categoria di docenti precari ugualmente meritevoli; che si possa realizzare un intervento efficace per risolvere questa incresciosa situazione, dando alle future generazioni la possibilità di essere formati da docenti meritevoli ma soprattutto competenti.

Anticipatamente La ringraziamo e aspettiamo una Sua gentile risposta .

Donatella Bellinfante (Comitato idonei secondaria concorso docenti 2016); il presidente dr. Marco Franchin (Comitato idonei infanzia e primaria gm.2016); il presidente Vittoria Morisani

Versione stampabile
anief banner
soloformazione