Il Natale povero dei docenti. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Mario Bocola – Il Natale degli insegnanti sempre più povero di già è

E sotto l’albero invano attendono che Babbo Natale
Porti i tanti sospirati doni di un aumento gratificante
Che sembra non arrivare mai.
Meno male che c’è ancora il bonus dei 500 euro
Per poter far qualche regalo professionale tra PC, tablet
O abbonamento a riviste e libri.
Meno male che il famigerato bonus premiale è stato abolito
Da lor signori del Governo che finalmente accorti si sono
Che era una vergogna tutta italiana e che scatenato aveva una guerra
Tra poveri a suon di paroloni e di altri condimenti saporiti della nostra lingua.
E già impazza l’oroscopo per il nuovo anno
Che gli auspici dicono che buono non sarà perché
Altre tasse porterà nelle tasche dei miseri docenti
Che un ruolo importante in questo Stato
In anni passati hanno sempre avuto e che ora non hanno più
Perché sbeffeggiati sono da tutta la pubblica opinione
Che invece di formatori di nuove generazioni
Li ritiene dei fannullon.
Ma i docenti a questo non ci stanno e guerra devono far
Contro chi non li vuole considerar per far sentire la loro voce
Sempre più forte e vibrante
Ma ora guerra non vogliam perché è Natale, festa di pace e d’amor.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì