Il MIUR stoppa il censimento degli alunni stranieri da parte delle istituzioni scolastiche

di redazione
ipsef

Il MIUR ha emanato la nota prot.n. 253 del 28 gennaio 2010 con la quale fornisce chiarimenti operativi in merito alla circolare ministeriale n. 2 dell’8 gennaio 2010. In particolare chiede alle istituzioni scolastiche di non procedere al censimento degli alunni stranieri, operazione che sarà svolta dalla Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi

Il MIUR ha emanato la nota prot.n. 253 del 28 gennaio 2010 con la quale fornisce chiarimenti operativi in merito alla circolare ministeriale n. 2 dell’8 gennaio 2010. In particolare chiede alle istituzioni scolastiche di non procedere al censimento degli alunni stranieri, operazione che sarà svolta dalla Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Ufficio III

Roma, 28 gennaio 2010

Oggetto:Integrazione degli alunni con cittadinanza non italiana. Trasmissione dati.

Si fa riferimento alla C.M. n. 2 dell’8 gennaio 2010 con cui sono state emanate "Indicazioni e raccomandazioni per l’integrazione di alunni con cittadinanza non italiana". Allo scopo di rendere più agevole l’applicazione delle norme sull’integrazione degli alunni con cittadinanza non italiana, la Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi ha predisposto delle tabelle contenenti i dati aggregati circa la presenza degli alunni suddetti nelle scuole.
Tali dati saranno inviati entro il 29 p.v..
Pertanto, al fine di evitare disomogeneità nei dati utilizzati e inutili aggravi di adempimenti per le istituzioni scolastiche, si ravvisa l’opportunità che codesti Uffici non procedano con proprie iniziative di rilevazione e che, anche nei rapporti con altre istituzioni interessate al problema (prefetture, enti locali, ecc.), vengano utilizzati i dati trasmessi dalla Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi.
Eventuali richieste di chiarimenti potranno essere rivolte all’Ufficio di statistica presso la Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi.

IL CAPO DIPARTIMENTO
f.to Giovanni Biondi

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare