Il MIUR affronti i problemi in maniera diretta. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Mario Bocola – Bisogna evitare di assumere sempre un atteggiamento cerchiobottista.

La scuola e il MIUR dovrebbero affrontare i problemi in maniera netta, decisa e chiara senza dare adito a fraintendimenti.

Sulla questione dei cellulari sembra che il Ministro non abbia preso una decisione precisa su suo uso come strumento didattico, ma ha mantenuto un atteggiamento di “non presa di posizione netta”.

Insomma una sorta di “ni”. E come sui cellulari su altre questioni che attanagliano il mondo della scuola non si prendono al vertice posizioni decise come su un “passo indietro” sui nuovi Esami di Maturità che andrebbero svolti, almeno per quest’anno, la vecchia formula, oppure sullo stress da lavoro correlato, argomento molto snobbato dai Dirigenti Scolastici od anche le violenze contro gli insegnanti da parte di genitori ed alunno all’interno delle scuole.

È necessario che si prendano decisioni nette sulla scuola e non che si giri intorno al problema evitando di affrontarlo direttamente una volta per sempre….

Versione stampabile
anief banner
soloformazione