Il Ministro messo alla (prima) prova. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Cristina Vannini – Gentilissimo Ministro Bianchi, le scrivo perché sono una insegnante di Torino di lettere, insegno italiano in una scuola al liceo. Volevo dirle che mi sembra una cosa non giusta dire che si farà l’esame di maturità, senza lo scritto dove i ragazzi hanno molta paura di quella parte di esame.

Lo so che riceverà tante lettere su questa cosa ma la prego di arrivare fino in fondo benché troverà alla fine il messaggio più importante delle cose che voglio dirle.

Le persone che non sono molto capaci a scrivere saranno contente ma, io e i miei colleghi riteniamo che è sbagliato perché così non solo l’esame è più facile ma anche loro non imparano a scrivere mai, cosa in cui potrebbe sempre servire non solo nel lavoro dove se vai a fare un colloquio e ti dicono di scrivere qualcosa bisogna che si sappia farlo bene. Insomma, la scuola deve insegnare anche questo e se non fanno lo scritto alla maturità allora si rende meno opportuno di fare lo scritto anche durante gli anni prima che i ragazzi imparano proprio le cose affinché gli servano.

Infatti, per favore, non tolga lo scritto, essendo davvero importante. Grazie.

PS. Gentilissimo Ministro, se leggendo le mie parole un brivido Le ha percorso la schiena, vuol dire che è stato educato a scrivere per essere compreso e a leggere per comprendere. Non sarà stato, magari, un brivido cruschiano, ma mi auguro che fosse almeno un brivido nato dal Suo buon senso nell’avvertire che in quell’accozzaglia di banalità l’impianto morfo-sintattico e quello lessicale sono stati sgretolati dal peso di una discreta ignoranza linguistica. O più semplicemente, come diremmo noi del mestiere, “il contenuto è superficiale e la forma gravemente scorretta”.

Ecco, eliminando la Prima Prova dall’Esame di Stato, in poco tempo il livello del testo precedente sarà verosimilmente quello dei docenti di Italiano. Dei docenti, immagini un po’. Vogliamo pensare a quello degli studenti?

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur