Il “Metodo sulla trasformazione creativa dei conflitti”, il liceo Percoto di Udine, le 13 scuole italiane e la Sezione Rondine

WhatsApp
Telegram

Lo scorso 1° ottobre 2022 ha preso avvio, in 15 classi di 13 scuole italiane della Secondaria Superiore, la “Sezione Rondine”. Il fondatore e presidente di Rondine Cittadella della Pace, Franco Vaccari, è il teorico della visione educativa di Rondine, frutto di anni di impegno metodologico e didattico, che il Liceo Economico Sociale ‘Percoto’ di Udine diretto, con grande competenza dal Dirigente scolastico prof.ssa Gabriella Zanocco, ha accolto e messo in cantiere nella Classe 3AE. “La Sezione Rondine è un triennio scolastico che ogni istituto superiore può scegliere di attivare insieme a Rondine, che mette il suo Metodo sulla trasformazione creativa dei conflitti a disposizione della scuola italiana per costruire insieme un nuovo percorso educativo e formativo che intende rimettere al centro la relazione educativa e sostenere i/le giovani nello sviluppo delle proprie risorse interiori, per affrontare le sfide del terzo Millennio diventate sempre più centrali e urgenti dopo la pandemia”. La sperimentazione è sostenuta dai protocolli d’intesa sottoscritti con il Ministero dell’Istruzione per la promozione del dialogo e della pace attraverso attività didattiche innovative (DM 107/2020 e 1646/2020). Nel caso specifico, e al Liceo ‘Percoto’ è stata resa possibile grazie al sostegno della Fondazione Friuli.

Rondine Academy

Rondine Academy suggerisce un approccio esclusivo e innovativo di tipo formativo ispirato al Metodo Rondine per la trasformazione creativa dei conflitti, con l’unica mission di accelerare e potenziare il fattore umano individuale e collettivo, all’interno delle organizzazioni. Inutile ribadire come il contesto economico-sociale di oggi sia articolato e discontinuo che richiede a imprese e individui nuove chiavi di lettura e soft skill avanzate, in grado di guidare il cambiamento e la crescita delle idee imprenditoriali, dei talenti professionali e dei valori umani. La sfida è quella di fare arrivare il Metodo Rondine e la trasformazione dell’umano negli ambiti dell’impresa e del lavoro, per far germogliare relazioni generative e favorire il benessere aziendale.

Cosa è la “Sezione Rondine” nelle scuole secondarie superiori?

La “Sezione Rondine”, così si chiama questa nuova sperimentazione, “è la nuova offerta formativa per le scuole superiori, un percorso sperimentale che integra la didattica con l’esperienza rigenerativa di un metodo riconosciuto (Metodo Rondine), capace di trasformare i conflitti in occasioni di crescita e di condivisione” come si legge nella spiegazione che ne rende Rondine Academy che, tra l’altro, specifica che “la proposta racchiude tutta l’esperienza formativa di Rondine: 25 anni di lavoro con i giovani studenti della World house, provenienti da luoghi di guerra e post-bellici, e 6 anni con giovani di ogni regione d’Italia che trascorrono il Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a Rondine”.

“Sezione Rondine”: di cosa si tratta?

Nel triennio, iniziato in questo anno scolastico (anno di prima sperimentazione) che va dalla terza alla quinta classe della secondaria superiore, Rondine guiderà insegnanti e allievi lungo un crinale nuovo dell’attuare la scuola del fare e di essere gruppo-classe, per poter accrescere l’approccio alla conoscenza, all’azione, alla responsabilità, alla fioritura relazionale. Come sostiene Rondine Academy: “Per accogliere la vita”.

Il programma didattico della “Sezione Rondine”

Il programma didattico della “Sezione Rondine” è formulato in un percorso neurotonico e decisamente innovativo, che completa l’acquisizione delle nozioni cognitive (le cosiddette cognitive skills) con quelle che sono e che rappresentano le abilità trasversali (soft skills) e quelle che favoriscono la modalità con la quale si dà risposta alla quotidianità (le così detta life skills). Quale sarebbe il risultato, dunque, di questo approccio metodologico e scientifico? Immettersi in un percorso nuovo, un triennio scolastico, un anno già concluso eccellentemente, per scoprire il sé dei nostri alunni e il mondo in cui vivono, operano e progettano, in un gruppo classe molto coeso e aperto, che diventa un esempio di comunità. Comunità nella quale gli insegnanti conducono gli allievi nel cambiamento dei conflitti, fornendo loro percorsi e opportunità creative di studio, di relazione e, principalmente (questa la vera novità) di progetti di vita, con una cognizione maggiore delle proprie possibilità e con l’ambizione operativa e dinamica di partecipare alla realizzazione del benessere della comunità e del territorio con azioni tangibili.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri