Il messaggio ai maturandi dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza: dimostrate quanto siete cresciuti in questi anni difficili

WhatsApp
Telegram

“In bocca al lupo a tutti gli studenti che in questi giorni si trovano alle prese con la maturità. È l’occasione, soprattutto oggi, per dimostrare quanto si sia cresciuti in questi anni difficili. L’esame di stato rappresenta un vero e proprio rito di passaggio verso l’età adulta, che comporterà anche un approccio diverso allo studio, caratterizzato non più dai ritmi cadenzati delle ore di lezione ma da un’organizzazione dinamica e flessibile e dalla capacità di autodeterminarsi.

Gli esami sono una sfida, prima di tutto con se stessi. Una sfida che va affrontata con la consapevolezza che la scuola è impegno ed esperienza di vita, ancora più che un voto o un giudizio. Sono gli stessi ragazzi che chiedono di essere valutati non solo per le nozioni apprese – pure importanti- ma anche per le capacità di ragionare, di esprimere opinioni proprie e di utilizzare il senso critico.

Il mio augurio ai maturandi è di affrontare l’esame dando una buona prova di se stessi. E ho fiducia che sarà così: ho imparato, incontrandoli e ascoltandoli, che i giovani sono capaci di sorprendere per le loro capacità e per il senso di responsabilità”.

Così Carla Garlatti, Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia