Il merito secondo il ministro Valditara. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Enrico Maranzana – Il ministro Giuseppe Valditara ha chiarito il senso della parola “merito”, apposto alla denominazione del suo dicastero: «La scuola deve, in primo luogo, saper individuare, valorizzare e fare emergere i talenti e le capacità di ogni persona indipendentemente dalle sue condizioni di partenza, in consonanza con la lettera e lo spirito dell’articolo 3 della Costituzione. Favorire il merito significa dare alle scuole infrastrutture e dotazioni di qualità, valorizzare gli operatori scolastici, sintonizzarsi con il mondo del lavoro, agire sulle competenze, fornire gli strumenti per sviluppare un percorso di crescita individuale e collettivo”.

Riformulando e riflettendo:
1) il conseguimento del traguardo formativo sarà facilitato dal potenziamento delle risorse scolastiche.
2) La successione/prossimità mondo del lavoro – competenze genera perplessità perché non si sa se la nozione ”competenza” è il PRODOTTO del sistema formativo o è il risultato dei PROCESSI d’apprendimento.
Eppure l’articolo della costituzione citato non lascia spazi interpretativi: una competenza è la manifestazione delle qualità intellettive e operative dei giovani, comportamento che rappresenta la finalità istituzionale.
3) L’organizzazione delle scuole è trascurata, nonostante sia la chiave di volta del sistema scolastico: è il fattore da cui dipende il conseguimento del traguardo formativo e l’efficacia del servizio.

Si tratta di un’omissione inammissibile: se il ministro avesse osservato gli organigrammi che le scuole hanno messo in rete, ne avrebbe constatato l’erroneità e la loro abissale distanza dall’ordinamento vigente.

Evidente l’interdipendenza dei punti 2) e 3): LA FINALITA’ DEL SISTEMA SCOLASTICO SI PERSEGUE ATTRAVERSO IL COORDINAMENTO DI TUTTI GLI INSEGNAMENTI.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana