Il figlio litiga con un compagno di classe, genitore convocato a scuola aggredisce insegnante dopo lite su condotta del ragazzino

WhatsApp
Telegram

In un Istituto Comprensivo di Reggio Calabria, un altro evento di violenza in ambito scolastico. Un uomo di 34 anni è stato convocato nella struttura educativa per discutere del comportamento problematico del figlio, culminando in un atto di violenza nei confronti dell’insegnante del ragazzo.

La convocazione faceva seguito a un episodio avvenuto durante l’ora di educazione fisica, in cui il figlio dodicenne dell’uomo aveva aggredito un compagno.

Giunto a scuola, il padre ha prontamente identificato il docente responsabile della convocazione e lo ha affrontato con un tono minaccioso. La situazione è rapidamente degenerata: l’uomo ha spintonato l’insegnante contro un muro e lo ha afferrato per il collo, un’azione che trascende ogni accettabile limite di condotta.

Fortunatamente, l’insegnante non ha subito traumi gravi, ma ha comunque ritenuto necessario ricorrere alle cure mediche. L’intervento del personale scolastico ha impedito che l’incidente assumesse connotati ancora più gravi, sottolineando l’importanza della pronta reazione e del supporto in situazioni di crisi.

I Carabinieri della Stazione di Cannavò hanno condotto un’indagine immediata, identificando l’aggressore e predisponendo una denuncia per lesioni, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. Quest’ultimo dettaglio è significativo, poiché sottolinea la gravità dell’atto, avvenuto contro un docente impegnato nell’esercizio delle proprie funzioni.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA