Il dramma del pagamento delle supplenze brevi. Lettera

Lettera

Inviato da Giovanni Di Bella – Spett.le Redazione, desideravo farVi porre l’attenzione su una questione che, ahimè, ormai è diventata consuetudine da parte del Ministero.

In questo periodo di emergenza e difficoltoso per tutti, il Governo e soprattutto lo stesso MI “ha sbandierato ai quattro venti” l’aver stanziato diverse somme per la scuola non attenzionando per niente, come è solito fare in maniera “vergognosa” aggiungerei, le somme da stanziare per gli stipendi delle supplenze brevi; ci ritroviamo così ogni mese “ad elemosinare” a destra e a manca in quanto, malgrado le segreterie fanno il loro dovere autorizzando il pagamento, la voce che appare su NoiPa è la solita “Risorse in corso di assegnzione da parte del Miur”. E così, come sta accadendo a me, mi ritrovo ad avere una supplenza che è iniziata dopo le feste natalizie e, rinnovo dopo rinnovo, si è protatta sino alla fine delle lezioni mentre come stipendio mi è stato liquidato lo scorso Aprile il servizio svolto a Febbraio; gli altri servizi svolti sino ad oggi, malgrado autorizzati, riportano quella “voce” sopra riportata.

Altra questione non meno importante è quella relativa alle supplenze brevi date per l’emergenza Covid; in questi giorni il MI, oltre a non aver portato avanti l’impegno preso per questi supplenti per il rinnovo di questo tipo di supplenze, ha inserito un avviso sul Sidi riguardo i pagamenti di quest’altre supplenze brevi, avviso che riporta queste parole:

“Si informa che, su richiesta degli uffici amministrativi competenti e in relazione a quanto precisato dalla nota ministeriale della DGRUF n. 8615 del 5/4/2020, è stata inibita l’autorizzazione delle rate dei contratti di supplenza breve stipulati, dopo il rientro del titolare, in emergenza sanitaria da COVID-19. Pertanto, le procedure non consentiranno al DSGA/DS di approvare e trasmettere a NoiPA le rate per il pagamento dei contratti della tipologia N19 con opzione “Supplenza in emergenza sanitaria da COVID-19 “.

Dunque come si può notare, oltre il danno..la beffa!

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia