Il docente precario a Mattarella: “Faccia qualcosa per la scuola, ne abbiamo urgente bisogno”

Stampa

Gino Iacono, il docente di scienze dell’istituto alberghiero “Telese” di Ischia che ha continuato a fare lezione, positivo al Covid-19, dal letto dell’ospedale “Rizzoli”, ha ricevuto l’onoreficenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, conferita “motu proprio” dal Presidente della Repubblica il 3 giugno scorso.

“Precario lo sono ancora denuncia a La Repubblica anche se nel frattempo mi sono guadagnato una supplenza all’istituto alberghiero Petronio di Pozzuoli, al posto di una collega infortunata, fino al 28 settembre. Oggi  avrei dovuto fare didattica a distanza, proprio in concomitanza con la premiazione: un peccato non esserci riuscito, avrei fatto lezione anche in treno”.

Poi rivela: “Ho trovato tempo e modo di chiedere al presidente Mattarella di fare qualcosa per il mondo della scuola, che mai come in questo momento ne ha urgente bisogno”.

Infine: “Parteciperò al concorso straordinario per la scuola il 2 novembre, insieme a migliaia di persone di tutta Italia e con il rischio di esporci a contagi per posizioni che, quasi certamente, si apriranno soltanto a settembre del 2021. Un paradosso, ma è così che funziona in Italia: dovremmo essere una categoria protetta, e invece tutt’altro”.

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite