Il docente in quarantena? Se è in salute può fare lezione da casa. In arrivo circolare ministeriale

Stampa

In arrivo la nota del Ministero dell’Istruzione per regolare il lavoro dei docenti in quarantena. A segnalare questa importante novità Il Messaggero, con una anticipazione delle indicazioni ministeriali in tal senso.

Secondo quanto leggiamo sul quotidiano, da oggi, se è in salute, può fare lezione da casa: si collega online e la lezione va avanti. In arrivo la nota dal ministero dell’istruzione per regolare il lavoro agile dei docenti in quarantena. Un intervento necessario, visto che cresce il numero delle classi che finiscono in isolamento in attesa del tampone

Attualmente l’insegnante in quarantena, fino ad oggi, è stato considerato in malattia quindi non fa lezione neanche da casa.

Ora, invece, si potrebbe cambiare. Alla base di questo  c’è il decreto rilancio, da cui parte la circolare dell’Inps, per cui è previsto lo smartworking per i lavoratori del settore privato in quarantena. Per il pubblico impiego non era ancora stata specificata la forma idonea di lavoro agile. E così i docenti fino ad oggi non hanno dovuto fare didattica a distanza.

Si tratta ovviamente di una quarantena di una persona in salute, che resta in isolamento quindi in forma preventiva, e non della quarantena necessaria per i pazienti positivi al Covid-19.

Si tratta di una situazione nuova, che va affrontata da una norma ad hoc. Dal ministero della Funzione Pubblica è arrivata due giorni fa l’attesa circolare con cui vengono individuate le modalità di lavoro agile per le persone in quarantena, ma non in stato di malattia. Partendo da questo testo è in arrivo la circolare del Ministero dell’Istruzione.

Bisognerà naturalmente attendere la circolare Ministeriale per capire a fondo le “sfumature” del provvedimento.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia