Il dirigente scolastico non può conoscere la diagnosi del lavoratore in malattia neanche indirettamente

WhatsApp
Telegram
L’ordinanza ora in commento, Cass. civ. Sez. III, Ord. 31-01-2018, n. 2367, tratta il caso di una richiesta di risarcimento danni, rigettata, avanzata contro il medico fiscale, ritenuto dal dipendente responsabile dei danni subiti e conseguenti nell’invio al preside del locale di una scuola presso il quale insegnava della copia del referto medico destinata al datore di lavoro in cui era stato riportata la visita specialistica a cui il docente doveva prestarsi da cui si poteva pertanto risalire alla diagnosi. Il medico fiscale ha l’obbligo della riservatezza E’ ben vero che la riservatezza imposta nella refertazione del medico fiscale esige che non debba essere annotata sulla copia per il datore di lavoro la diagnosi del paziente: il D.M. 15 luglio 1986, art. 6 prevede infatti che “al termine della visita, il medico consegna al lavoratore copia del referto di controllo, ed entro il giorno successivo, trasmette alla … Questo ed altri contenuti su Orizzonte Scuola PLUS, riservato agli abbonati. I contenuti della rivista: Gestire il personale scolastico

Scopri le opzioni di abbonamento

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito