Il Diploma? Diventerà un esame europeo e sarà valido su tutta l’area Euro

WhatsApp
Telegram

In occasione della Giornata Internazionale dell’Istruzione, la Commissaria Europea per l’Innovazione, la Ricerca, la Cultura, l’Istruzione e i Giovani, Iliana Ivanova (Commissaria europea per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione, con una missiva pubblicata dal Corriere.it, offre un’analisi approfondita delle iniziative in atto e delle future proposte per rafforzare l’istruzione in Europa. 

Lo spazio europeo dell’Istruzione: un progetto di collaborazione e qualità

L’istruzione, si ribadisce nella missiva, è la chiave per l’autonomia e la responsabilità, specialmente tra i giovani, e per una partecipazione attiva e consapevole alla società. Negli ultimi anni, gli Stati membri dell’UE, le istituzioni e la comunità educativa hanno collaborato per creare lo Spazio Europeo dell’Istruzione (SEE). Questo progetto mira a offrire un’istruzione inclusiva, di qualità e un apprendimento continuo a tutti i livelli, promuovendo competenze e sostenendo la transizione verso un futuro verde e digitale.

Erasmus+

Il programma Erasmus+ è uno dei principali sostenitori dello SEE, avendo permesso a 14 milioni di persone di partecipare a scambi formativi dal 1987. Nel 2022, con un budget di 4 miliardi di euro, il programma ha supportato 26.000 progetti, coinvolgendo 73.000 organizzazioni e offrendo a 1,2 milioni di persone l’opportunità di studiare all’estero. L’Italia, in particolare, ha beneficiato di oltre 309 milioni di euro per finanziare 2.165 progetti, coinvolgendo quasi 7.000 organizzazioni e oltre 106.000 persone.

Alta qualità e accessibilità dell’Istruzione digitale

La Commissaria Ivanova evidenzia anche altre iniziative chiave, come le accademie degli insegnanti Erasmus+ e le raccomandazioni recenti sull’istruzione e le competenze digitali. Queste iniziative sono essenziali per aiutare i governi a fornire un’istruzione digitale di alta qualità, inclusiva e accessibile.

“Percorsi per il successo scolastico” e “L’Europa in movimento”

L’iniziativa “Percorsi per il Successo Scolastico” incoraggia gli Stati membri dell’UE a creare ambienti di apprendimento inclusivi e stimolanti. Inoltre, la proposta “L’Europa in Movimento” mira a promuovere la mobilità educativa, con un focus particolare su coloro che hanno meno accesso a queste opportunità.

Verso un diploma europeo congiunto

Guardando al futuro, la Commissaria annuncia l’intenzione di lanciare un’importante iniziativa: un diploma europeo congiunto. Questo diploma faciliterà la mobilità e guiderà gli Stati membri nella definizione di condizioni favorevoli per il successo di università e studenti.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024, ecco le date per lo scritto: 6 LIVE per superarlo. Prezzo sconto 59 euro. Guarda il calendario