Il decreto legge 159/19 pubblicato in Gazzetta Ufficiale: la babele è servita

Comunicato Anief – Anief conferma i ricorsi in tribunale di migliaia di precari tra i tanti esclusi: insegnanti della scuola primaria e infanzia, educatori, docenti di religione cattolica, delle paritarie e dei corsi regionali, ancora precari con due anni di servizio, personale Ata.

Ecco tutti quelli che chiederanno giustizia al Tar Lazio per un provvedimento che non risolve la supplentite. Qui il testo del decreto pubblicato in G.U.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, l’ultimo provvedimento poteva tentare ci cominciare a risolvere il problema del precariato. Ma ora ci troveremo con il caos che genereranno ben otto graduatorie da utilizzare per assumere in ruolo. Chiederemo al nuovo ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina di ascoltarci per risolvere una volta per tutte un problema che delude famiglie e lavoratori.

È stato oggi pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto scuola rinominato salva–precari: la legge entrerà in vigore da domani 29 dicembre 2019. A seguito di questo provvedimento legislativo, i bandi dei concorsi sono ora attesi per il mese di febbraio 2020, scrive Orizzonte Scuola. Si tratta del concorso straordinario secondaria per docenti con tre anni di servizio svolti tra l’a.s. 2008/09 e l’a.s. 2019/20 nella scuola statale o paritaria o IeFP o progetti regionali. 24.000 posti. Ma anche del concorso ordinario secondaria, da bandire contestualmente a quello straordinario: potranno accedere con riserva ai concorsi gli specializzandi del IV ciclo TFA, purché il titolo sia conseguito entro il 15 luglio 2020. Le prime assunzioni potrebbero attuarsi già dal 1° settembre 2020: 50% GaE – 50% concorsi, call veloce, fascia aggiuntiva per vincitori e idonei concorso 2016, proroga un anno graduatorie concorso 2016. I docenti neo immessi in ruolo dal 1° settembre 2020 avranno un vincolo di cinque anni di permanenza nella scuola di assunzione.

Inoltre le graduatorie di istituto verranno trasformate in graduatorie provinciali. La terza fascia delle graduatorie di istituto verrà riaperta: potranno inserirsi laureati con 24 CFU, o diplomati ITP che accedono a classi di concorso tabella con 24 CFU. Per i diplomati magistrale non si è andati oltre il mantenimento della supplenza fino al 30 giugno in seguito alle sentenze di merito negative: il sindacato tutelerà tutti i maestri già immessi in ruolo con tanto di anno di prova svolto. Concorso in arrivo per gli insegnanti religione cattolica entro il 2020, ma l’80% dei precari di Irc rimarrà supplente. Novità sull’internalizzazione dei servizi pulizia nel profilo dei collaboratori scolastici: oltre 10 mila assunzioni dal 1° marzo 2020, con la procedura che è già stata avviata: anche su questo fronte è previsto il ricorso Anief a tutela degli Ata statali non assunti.