Il Cts detta linea per settembre: didattica in presenza assolutamente necessaria

WhatsApp
Telegram

Il Comitato Tecnico Scientifico, interpellato lunedì scorso dal Ministero dell’Istruzione sulle varie questioni in vista della riapertura delle scuole, è stato chiaro: occorre ripristinare l’attività didattica in presenza e, allo stesso modo, occorre vaccinare l’intero personale scolastico. 

Ritorno in classe, dalle mascherine al vaccino passando per il green pass per docenti e Ata. Le indicazioni ufficiali del CTS [PDF]

Gli scienziati si appellano al governo affinché intraprendano ogni sforzo per raggiungere un’elevata copertura vaccinale del personale, promuovendo campagne informative, ma anche individuando delle misure, anche legislative.

La presenza fisica, in classe, viene ritenuta dagli esperti necessaria, non solo per la formazione degli studenti, ma anche come momento indispensabile nel loro percorso di sviluppo psicologico e di strutturazione della personalità, con gravi danni a lungo termine nell’eventualità contraria. L’obbligo della vaccinazione per il personale rimane al momento l’estrema ratio.

Le mascherine in classe si dovranno tenere quando non sia possibile il distanziamento da seduti. Laddove per motivi straordinari questo tipo di misura non possa essere mantenuta, sapendo che è un livello più basso di sicurezza si può adottare almeno la mascherina chirurgica, non qualsiasi mascherina. Fermo restando che comunque deve essere garantita la circolazione dell’aria e tutte le altre misure. C’è un livello di flessibilità in condizioni di straordinarietà, sapendo però che il livello primario di sicurezza è dato dal distanziamento

Per quanto riguarda i test, il Cts ritiene che non debbano eseguirsi test in ambito scolastico né screening antigenici o anticorpali per la frequenza scolastica. Nessun test diagnostico preliminare è necessario, mentre – dove tale soluzione fosse giuridicamente percorribile – può ipotizzarsi la richiesta del green pass per il personale.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”