Il Coordinamento Nazionale Docenti Abilitati e Abilitandi per le GaE ringrazia Anief e tutti coloro che hanno permesso l’inserimento in graduatoria

di Lalla
ipsef

Laura Lento – Il Coordinamento Nazionale Docenti Abilitati e Abilitandi per le Gae, e’ nato spontaneamente e si e’ costituito perché non trovando una adeguata tutela da parte dei sindacati “storici” e che siedono al tavolo delle trattative col Miur, ha preferito fare da se’ e con fatica ha avviato iniziative per far giungere la propria voce a tutti i livelli istituzionali. Non possiamo, dunque, che plaudire con soddisfazione e senso di giustizia all’approvazione dell’emendamento che ci restituisce finalmente la dignita’ di lavoratori e di insegnanti.

Laura Lento – Il Coordinamento Nazionale Docenti Abilitati e Abilitandi per le Gae, e’ nato spontaneamente e si e’ costituito perché non trovando una adeguata tutela da parte dei sindacati “storici” e che siedono al tavolo delle trattative col Miur, ha preferito fare da se’ e con fatica ha avviato iniziative per far giungere la propria voce a tutti i livelli istituzionali. Non possiamo, dunque, che plaudire con soddisfazione e senso di giustizia all’approvazione dell’emendamento che ci restituisce finalmente la dignita’ di lavoratori e di insegnanti.

Il Coordinamento ringrazia tutti coloro che si sono spesi per questo obiettivo e hanno dimostrato sensibilita’ ad una questione apparentemente marginale, ma che invece ha interessato e interessa una platea di Docenti specializzati e altamente preparati che in questi anni ha subito una discriminazione indecorosa per un paese democratico ed avanzato come l’ Italia e che gli addetti ai lavori ben conoscono e hanno avallato.

Ma un particolare ringraziamento va ad ANIEF, l’unica sigla sindacale che sin dall’inizio, da quasi tre anni si e’ costantemente battuta per sanare tale ingiustizia, sostenendoci in questa dura e lunga battaglia, affiancandoci in ogni situazione e facendosi carico delle nostre istanze di giustizia per ottenere pari opportunità di accesso alle Gae.

All’Anief, dunque, vanno i nostri ringraziamenti sinceri, a persone che abbiamo conosciuto personalmente e di cui abbiamo apprezzato l’incessante motivazione, l’impeccabile lavoro e l’indiscutibile senso di giustizia e legalita’.

Ringraziamo la CGIL , che non ha ignorato la nostra voce e il nostro appello facendosi carico delle nostre istanze di giustizia per ottenere pari opportunità di accesso alle Gae.

Ringraziamo poi tutti i Parlamentari che ci hanno sostenuto in questa vicenda presso le sedi e le commissioni competenti in materia, che si sono finalmente dimostrate all’altezza della situazione e dei tempi.

Numerosi Parlamentari, di tutti gli schieramenti politici, hanno lavorato per tale risoluzione, presentando interpellanze, ordini del giorno ed emendamenti, in tutte le occasioni utili.

Un ringraziamento particolare va all’ On.Russo, firmatario dell’emendamento, ed ai suoi colleghi PD che con le colleghe Ghizzoni, Puglisi, Siracusa hanno lavorato per il nostro inserimento, incitandoci e motivandoci quando le energie venivano meno.

Si ringraziano poi i fondamentali contributi dell’On.Pelino (PDL), Gosis (LEGA), Di Giuseppe e Zazzera (IDV), Pagano (PDL), firmatario del primo emendamento che venne approvato in giugno 2011 (e poi, drammaticamente, eliminato) e di tutti coloro che ci hanno sostenuto e ci sostengono secondo le loro possibilita’ e competenze.

Per quanto lieti dell’approvazione dell’emendamento 14.12 dell’ Onorevole Russo ci rammarichiamo di come, pur non essendo ancora divenuto parte integrante del testo di legge, abbia gia’ causato le reazioni di alcuni, che evidentemente non hanno colto la vera finalita’ dell’emendamento : garantire dignita’ e parita’ di trattamento ai docenti in possesso di medesimo titolo.

Lungi dall’essere un provvedimento atto a sanare il precariato storico, tale emendamento si limita a ripristinare una condizione non discriminatoria tra docenti aventi parita’ di titoli e abilitazioni. Peraltro un provvedimento di tale natura fu approvato nel 2009 con l’approvazione dell’emendamento all’art. 5 bis della L 296/06, che consenti’ (giustamente) l’inserimento in GaE dei colleghi immatricolatisi a SFP nell’A.A. 2007/2008 : anche allora ci fu la esclusiva volonta’ di risolvere una situazione di ingiustizia.

Un ultimo ringraziamento infine ai PRECARI UNITI CONTRO I TAGLI ALLA SCUOLA, associazione di “precari storici” che nella loro assemblea tenutasi a Roma lo scorso 15 gennaio, accolgono positivamente l’eventuale riapertura delle Gae finalizzata a riempire un vuoto legislativo nei confronti dei colleghi discriminati ed esclusi.

Preferiamo, come Coordinamento, dare sempre contributi costruttivi e in un clima solidale con tutti i colleghi, auspicando l’ unione delle forze per le importanti rivendicazioni che ci attendono e che riguardano il mondo della scuola. Ribadiamo che il nostro ingresso in Gae – qualora il DL diventi legge – non alimentera’ illusioni, semplicemente dara’ finalmente , a parita’ di titoli, pari opportunità tra tutti i docenti lavoratori della scuola.

Versione stampabile
anief
soloformazione