Il concorso straordinario secondaria serve a dare il ruolo ai migliori? Non sembra. Lettera

Stampa
ex

inviata da Ing. Lina Contino – Cari docenti delle scuole paritarie, A voi non è permesso di partecipare al Concorso straordinario per il ruolo ma soltanto per conseguire l’abilitazione, come se voi non aveste gli stessi diritti dei docenti delle scuole statali, come se voi foste figliastri non figli,come se le scuole paritarie non facessero parte dell’ Istruzione nazionale, come se le scuole paritarie non ricevessero un contributo economico dallo Stato italiano e ancora come se voi non foste tutelati dalla stessa Costituzione che tutela tutti.

Qualcuno ha detto che bisogna fare presto per mettersi a posto con la comunità europea

Allora viene da pensare che questo qualcuno sia convinto che il Concorso straordinario non serve a dare il ruolo a chi lo merita ma a mettersi a posto con la Comunità europea trascurando docenti che hanno gli stessi diritti dei docenti delle scuole statali a farsi valutare nel Concorso straordinario per il ruolo.
Io ho scritto tante lettere di protesta e di preghiera a tanti politici e sindacalisti per perorare la vostra causa  ma nessuno ha risposto e nessuno mi ha detto perché vi trattano così.
Voglio sperare che siate voi stessi a far valere i vostri diritti prima che questo decreto diventi legge.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur