Il Codice Etico del personale scolastico: in cosa consiste, obblighi e principi. Scarica un esempio di modalità organizzativa

WhatsApp
Telegram

Il Codice Etico, redatto secondo il D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231, costituisce l’insieme dei fondamentali principi di comportamento richiesti a tutti gli addetti dell’Istituto san Francesco e diretti a garantire la legalità e l’eticità dei servizi offerti dall’Istituto ai suoi destinatari. L’attuale complessità sociale e le innovazioni normative in atto pongono a tutti i livelli istituzionali ed in tutti gli ambienti sociali la necessità di individuare valori ed obiettivi e di ridefinire ruoli e funzioni rispetto ai nuovi bisogni e nei rapporti con gli stakeholders.

La mission educativa-culturale della scuola

Anche la scuola è chiamata a verificare costantemente la propria funzione sociale e ad aggiornare e contestualizzare la propria mission educativa-culturale, adeguando la funzione docente ad un sistema valoriale in evoluzione secondo le direttive ed i principi della riforma di cui alla Legge107/2015, che valorizzino l’autonomia progettuale e operativa dei docenti e della dirigenza scolastica, fondandone l’operato sul concetto di responsabilità e competenza.

Il codice etico

Il Regolamento recante il codice di comportamento dei dipendenti pubblici emanato con DPR n.62 del 16/04/2013, fa da fondamento giuridici al Codice Etico della professione docente e di tutto il personale in servizio nella scuola adeguando lo stesso alla complessità dell’attività educativa ed organizzativa.

I principi fondamentali ai quali conformare la pratica professionale

Il Codice – sottolinea il documento etico in vigore nell’Istituto Istituto “san Francesco” di Roma – si propone di definire i principi fondamentali ai quali conformare la pratica professionale per incentivare ed accrescere l’educazione alla cultura della responsabilità, della trasparenza e a promuovere la cultura del rispetto di ogni persona, del bene comune nell’ambito della comunità in cui ognuno vive, opera ed interagisce. Il Codice si basa sulla consapevolezza che la realizzazione delle finalità educative è legata, in modo indissolubile, alla qualità delle relazioni che si costruiscono all’interno della scuola: le relazioni docente-alunni, docente-docente, docente-genitori, docente-dirigente scolastico, docente-collaboratori amministrativi e scolastici.

Gli obblighi generali di diligenza, lealtà, onestà, trasparenza, correttezza e imparzialità

I principi e le disposizioni del Codice Etico dell’Istituto costituiscono gli obblighi generali di diligenza, lealtà, onestà, trasparenza, correttezza e imparzialità disposti dalla Costituzione della Repubblica e dalle sue leggi, che qualificano l’esercizio delle funzioni di pubblica responsabilità, nell’ottica di una sinergia tra cittadini e pubblica amministrazione. Il Codice fissa, al di là delle direttive di legge, principi e norme finalizzati a valorizzare trasparenza, imparzialità, pari opportunità e merito, giustizia e legalità. L’Istituzione scolastica, la Dirigenza scolastica, il corpo docente e non docente, scegliendo di attenersi alle norme comportamentali che il Codice indica, si impegna a rafforzare la promozione e la difesa di questi principi nella gestione e nei rapporti con i terzi e con il contesto. Il Codice declina riferimenti e principi guida che devono orientare le condotte attese di ciascun soggetto ed operatore, in continuità e coerenza con la missione della scuola e con i suoi valori fondamentali riconosciuti. Esso raccoglie e integra principi di comportamento da sempre considerati cardini dell’attività del Istituto Scolastico quali: la qualità nella prestazione lavorativa, la trasparenza, la legalità e l’anticorruzione, il contrasto a qualsiasi forma di malaffare, il dialogo, l’interazione e la collaborazione con gli stakeholders, la comprensione, la collaborazione e la solidarietà di tutti gli operatori scolastici, l’attenzione verso la disabilità, le pari opportunità e l’integrazione, il rispetto dell’ambiente per la realizzazione di percorsi orientati ad uno sviluppo sostenibile, alla prevenzione del disagio ed al raggiungimento del successo formativo e personale.

Stimolare comportamenti e processi virtuosi e responsabili

Con il Codice Etico s’intende stimolare comportamenti e processi virtuosi e responsabili per coniugare al meglio la missione della nostra Scuola con le attese e gli interessi di tutti coloro che fruiscono dei nostri servizi, diffondendo stili comportamentali tesi alla cultura della promozione di un’etica sociale responsabile.

La scuola diventa così luogo e tempo di crescita nella capacità di relazionarsi con la diversità

La scuola diventa così – sottolinea il Codice in vigore nell’Istituto Istituto “san Francesco” di Roma – luogo e tempo di crescita nella capacità di relazionarsi con la diversità, nell’imparare linguaggi per dialogare con i nuovi processi culturali, nel condividere talenti e carismi personali per il bene di tutti, insegnando a scegliere la via della solidarietà e dell’accoglienza come risposta alle urgenze del nostro tempo. Una scuola dunque capace di includere la vita reale dei propri allievi e delle loro famiglie e di preparare alla vita gli uomini e le donne di domani, nella certezza che “imparare serve, servire insegna”.

Il Codice Etico deve essere integrato dalle ulteriori regole codificate all’interno dell’Istituto

Il Codice Etico deve essere integrato dalle ulteriori regole codificate all’interno dell’Istituto dalle funzioni competenti (regolamenti scolastici, circolari e istruzioni dei superiori gerarchici…), le quali, a loro volta, devono essere coerenti con i principi generali definiti nel Codice Etico. Il rispetto del presente Codice Etico è considerato di fondamentale importanza per il regolare funzionamento, l’affidabilità della gestione e l’immagine dell’Istituto, sicché le violazioni dello stesso sono reputate illeciti di particolare gravità. Alle disposizioni del presente Codice, rispetto alle quali l’Istituto assicura la completa e costante formazione di tutti i livelli del personale, devono uniformarsi tutti i rapporti e tutte le attività compiute nel suo nome o nel suo interesse o, comunque, ad esso in ogni modo riferibili, posti in essere sia al suo interno che verso l’esterno. Le disposizioni del Codice costituiscono specificazioni esemplificative degli obblighi generali di diligenza, obbedienza e fedeltà il cui adempimento è richiesto dalla legge ai prestatori di lavoro (artt. 2104 e 2105 cod. civ.) e a quelli di correttezza e buona fede richiesti ai collaboratori a qualsiasi titolo (artt. 1175 e 1375 cod. civ.). Le disposizioni del presente Codice sono vincolanti per tutti gli addetti dell’Istituto, qualunque sia il titolo giuridico della collaborazione.

Le disposizioni del Codice Etico sono espressioni dei principi generali a cui deve uniformarsi la scuola

Le singole disposizioni del Codice Etico – sottolinea il Codice in vigore nell’Istituto Istituto “san Francesco” di Roma – sono espressioni dei seguenti principi generali, che devono dirigere il comportamento di tutto il personale dell’Istituto:

  • rispetto della legge
  • rispetto delle direttive dei superiori gerarchici
  • trasparenza
  • tutela dei diritti del minore
  • imparzialità nel trattamento e nella valutazione degli alunni
  • rispetto degli obblighi di riservatezza e segreto professionale
  • collaborazione reciproca tra tutti gli addetti dell’Istituto
  • assenza di conflitto d’interessi nell’esercizio dei compiti assegnati
  • netta separazione tra ruolo professionale all’interno dell’Istituto e rapporti ed interessi di natura personale
  • collaborazione con le richieste dei superiori gerarchici.

Valori di riferimento

  • Conoscenza, consapevolezza e rispetto per la persona e l’ambiente.
  • Condivisione nella realizzazione dei processi innovativi in attuazione della normativa.
  • Partecipazione, dialogo, inclusione, benessere, sicurezza e corresponsabilizzazione sociale.
  • Coesione e interazione interna.
  • Reciprocità con l’ambiente connesso al contesto socio-culturale.
  • Interazione con il contesto europeo.

Modello di Codice etico

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur