Il Censis certifica il fallimento della DaD: “Ha ampliato il divario di apprendimento tra gli studenti”

Stampa

L’esperimento della didattica a distanza durante la pandemia sembra non aver funzionato adeguatamente.

Secondo il 54/mo rapporto del Censis, infatti, “per il 74,8% dei dirigenti la didattica a distanza ha di fatto ampliato il gap di apprendimento tra gli studenti” anche se “il 95,9% è  molto o abbastanza d’accordo sul fatto che la Dad è stata una sperimentazione utile per l’insegnamento”.

Il 2020, l’anno della paura nera: il rapporto Censis “fotografa” la situazione: “Può trasformarsi in rabbia incontrollata”

“La traumatica chiusura delle scuole a seguito della pandemia e la complessa riapertura a settembre hanno messo in luce quanta parte della vita degli italiani ruoti intorno alla scuola e quale sensazione di vuoto sociale e individuale lasci il venir meno di questa istituzione: non solo luogo di istruzione e apprendimento, ma anche presidio culturale ed educativo nei territori”, si legge nel rapporto.

“La centralità della scuola come presidio educativo, e al contempo come àncora di salvezza per la sempre più difficile conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, è evidenziata dalla pressante richiesta sociale di supplire alla carenza di altre agenzie educative complementari e dal ruolo di luogo dove i bambini e gli adolescenti possono trascorrere ore costruttive, mentre i genitori lavorano”, si legge ancora.

“Nonostante gli esiti positivi delle strategie e degli strumenti messi in campo dal sistema scolastico italiano per rispondere ai bisogni di formazione e inclusione dell’utenza di origine straniera, tra gli oltre 800.000 studenti non italiani i soggetti più a rischio sono costituiti dalle prime generazioni (circa il 47% del totale), che trovano maggiori difficoltà anche per ragioni linguistiche e culturali nel raggiungere livelli minimi di apprendimento e che, a fronte dell’interruzione della didattica in presenza, sono potenzialmente più a rischio dispersione”, conclude il Censis.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur