Il caso della scuola primaria in Abruzzo che vieta all’alunna di lavarsi i denti dopo la mensa

WhatsApp
Telegram

Un’alunna di una scuola primaria in Abruzzo che partecipa al programma a tempo pieno e quindi rimane a scuola per il pranzo, ha ricevuto il divieto di recarsi autonomamente al bagno per lavarsi i denti dopo il pasto.

Questa azione è necessaria poiché la studentessa è portatrice di un apparecchio ortodontico. La stampa locale riporta che il divieto è stato imposto dal dirigente scolastico a causa della presenza di una sola insegnante e di una sola assistente scolastica responsabile del piano durante il pomeriggio.

La famiglia della studentessa, impossibilitata a recarsi a scuola per assistere la figlia durante le operazioni di igiene orale, ha prodotto un certificato medico che attesta la necessità di lavarsi i denti dopo i pasti e una dichiarazione in cui solleva la scuola da ogni responsabilità per eventuali problemi che possano verificarsi alla figlia mentre si reca in bagno da sola.

Nonostante questo, il dirigente scolastico ha negato alla studentessa la possibilità di lavarsi i denti autonomamente, come invece fa normalmente a casa, come sottolinea la madre che ha voluto denunciare la situazione al quotidiano Il Centro. La madre ha inoltre aggiunto che sebbene la scuola fornisca un’educazione alimentare e civica, l’igiene personale dovrebbe far parte del percorso formativo e non dovrebbe essere negata.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia