Il 69% degli italiani ritiene scuola carente per lingue straniere e qualità degli insegnanti. Sondaggio Quorum/YouTrend

WhatsApp
Telegram

Un recente sondaggio condotto da Quorum/YouTrend per Sky TG24 ha rivelato che il 69% degli italiani giudica negativamente il sistema scolastico italiano. Le principali critiche riguardano la carenza nell’insegnamento delle lingue straniere e la qualità degli insegnanti. Inoltre, quasi quattro italiani su cinque (80%) valutano negativamente la qualità delle strutture scolastiche.

Altri risultati chiave del sondaggio includono:

Il 51% degli italiani giudica negativamente la qualità degli insegnanti, con un’opinione più negativa tra i giovani (62%). Tuttavia, i sostenitori del Partito Democratico (Pd) tendono a dare un giudizio più positivo (59%).

Per quanto riguarda l’insegnamento delle materie tecniche e professionalizzanti, il 49% degli intervistati esprime un giudizio negativo, con una percentuale più alta tra i giovani (56%). Gli elettori di Fratelli d’Italia (54%) e altri elettori di centrodestra (56%) sono in controtendenza, dando giudizi positivi.

L’insegnamento delle materie umanistiche ottiene un giudizio positivo dal 48% degli intervistati, mentre il 51% valuta positivamente l’insegnamento delle materie scientifiche.

La maggioranza degli intervistati (67%) gradirebbe un aumento delle ore di insegnamento dell’inglese, seguito dalle altre lingue straniere (52%), l’italiano (52%) e le materie scientifiche (42%).

Una quota significativa (42%) vorrebbe ridurre le ore di insegnamento del latino, mentre il 35% vorrebbe ridurre le ore di filosofia.

L’82% degli intervistati ritiene che i prezzi del materiale scolastico siano troppo alti, mentre solo l’8% li considera equi.

Il sondaggio è stato condotto online tra il 6 e il 7 settembre 2023 su un campione di 800 intervistati rappresentativi della popolazione adulta residente in Italia. Il margine d’errore è del +/- 3,5% con un intervallo di confidenza del 95%.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia