Il 12 dicembre assemblea nazionale del PD con il mondo della scuola

Stampa

Si inizia con la scuola, in agenda incontri su imprese e sanità. Sabato, 21 novembre, inizia la prima tappa del percorso di ascolto del Pd nel Paese con “La scuola prima di tutto”, una serie di incontri e di approfondimenti cui ne seguiranno altri su imprese e sanità.

Il primo degli incontri sarà in streaming tra il segretario nazionale Nicola Zingaretti e Massimo Recalcati. “Iniziamo un percorso di ascolto e di confronto con il Paese- spiega il segretario nazionale Nicola Zingaretti- partendo dalla scuola per proseguire poi con imprese e sanità. Il diritto all’istruzione deve essere garantito insieme a quello alla salute: e’ un nostro obiettivo primario e dobbiamo fare ogni sforzo, insieme agli insegnanti, agli operatori del mondo della scuola, ai dirigenti scolastici e agli studenti per scongiurare che i nostri ragazzi paghino un duro prezzo per la loro formazione a causa della pandemia.

Si tratta di un importante momento di ascolto e di confronto – sottolinea Zingaretti – con tutti i protagonisti del mondo della formazione e dell’istruzione. Un punto di partenza e non di arrivo, per sostenere un settore fondamentale per il futuro del nostro Paese”. “La Scuola, prima di tutto” è una serie di iniziative con gli operatori, di dialogo con insegnanti, personalità, competenze, una importante occasione di ascolto, di dibattito e di proposte. Nella prima parte si svolgeranno una seria di incontri in streaming, sui social del partito, con il mondo della cultura, durante i quali saranno coinvolti intellettuali, scrittori, docenti universitari, psicanalisti come Massimo Recalcati, Maurizio de Giovanni, Valeria Parrella, Michela Marzano, Lorenzo Baglioni che si confronteranno con Anna Ascani, Andrea Orlando, Camilla Sgambato e Nicola Oddati.

Il 12 dicembre con una assemblea plenaria, al termine del ciclo di incontri, si confronteranno tutti coloro che vivono la scuola ogni giorno e ne conoscono potenzialità, criticità e bisogni: studentesse e studenti, docenti, dirigenti, personale amministrativo, genitori, amministratori locali, gruppi parlamentari, organizzazioni sindacali, esperti, associazioni e fondazioni.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia