Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Graduatorie terza fascia ATA: come rivalutare le certificazioni informatiche già dichiarate

Stampa

Graduatorie ATA terza fascia: ultimi giorni per presentare la domanda, scadenza il prossimo 22 aprile. Le graduatorie dovranno essere pronte per settembre 2021 e rimanere valide per gli anni scolastici 2021/22, 2022/23, 2023/24. Ancora numerosi i dubbi, anche se il sistema informatico sta funzionando e non si registrano blocchi informatici. Il Ministero ha messo a disposizione tutte le info utili per la corretta compilazione della domanda.

Salve buongiorno,  potreste gentilmente darmi delle indicazioni in merito all’aggiornamento della domanda ATA. Avrei due quesiti in merito.

Nel caso in cui devo sostituire il certificato di informatica dichiarato nel precedente triennio, cosa dovrei fare? (come in allegato)

Ho il dubbio tra due soluzioni:

– flaggare la prima dichiarazione e poi sotto inserire la nuova con indicazione dell’ istituto e della data di conseguimento;

oppure

– flaggare la seconda dichiarazione, inserire nello spazio in corrispondenza la vecchia certificazione Ecdl e poi in basso inserire la nuova certificazione AIRSAF FULL.

Un altro problema riguarda il certificato di dattilografia. Il sistema mi dà in automatico un certificato che io non ho mai inserito e che non mi è mai stato valutato neache nel precedente triennio e non so a quale certificato possa fare riferimento in quanto io ho solo da qualche mese acquisito un nuovo certificato.  Ho anche il certificato di convalida della scuola in merito al precedente punteggio. Diversamente dattilografia l’ho studiata e praticata alle scuole avendo il diploma di ragioniere programmatore e perito commerciale.  Io ad oggi ho acquisito un certificato di dattilografia che però non posso inserire perché il sistema non mi permette di sostituirlo. Cosa potrei fare? Avevo pensato di specificarlo nelle note.

Vi ringrazio anticipatamente per la disponibiltà e mi scuso se mi sono permessa a scrivere, ma non trovo risposta

di Giovanni Calandrino – nel caso in cui si richiede la rivalutazione di un certificato informatico, perché più favorevole rispetto a quello dichiarato nel precedente triennio, bisogna dichiarare (e quindi flaggare la seconda spunta nel modello di domanda) che nel precedente triennio (2017) è stata valutata la seguente certificazione informatica …indicare la certificazione…

se invece si richiede la rivalutazione di una certificazione informatica che nei trienni precedenti al 2017 (quindi prima del 9/10/2014) è stata già valutata e che la stessa non è stata già rivalutata nel 2017 (quindi prima del 30/10/2017) bisogna …indicare la certificazione… (e quindi flaggare la terza spunta nel modello di domanda)

SOTTO vanno indicati gli estremi della nuova certificazione informatica, oggetto di nuova valutazione.

Per completezza di informazione diciamo che la prima disposizione va flaggata da chi non ha MAI dichiarato nessuna certificazione informatica nelle precedenti tornate concorsuali.

Quindi nel suo caso dovrà flaggare la seconda opzione.

Passiamo al secondo quesito. Considerato che nella sezione “Attestato Addestramento Professionale” risulta già un titolo dichiarato, dovrà chiedere la rivalutazione del nuovo titolo dichiarandolo nella sezione NOTE della domanda, in analogia alla rivalutazione dei titoli di servizio già dichiarati, così come ribadisce la FAQ ministeriale (inerenti però i titoli di servizio ma applicabile per principio anche ai titoli culturali)

Sono già presente nelle graduatorie III fascia ATA per il triennio 2017/2019 ma alcuni servizi, precedentemente dichiarati, hanno avuto una diversa valutazione. Come posso fare per comunicare la variazione intervenuta?
Al fine di garantire la coerenza fra i servizi dichiarati e i punteggi attribuiti dalla scuola nel precedente triennio non è possibile modificare i servizi precedentemente dichiarati.

L’eventuale diversa valutazione di un servizio precedentemente dichiarato deve essere:

  • comunicata allegando, nell’apposito spazio, gli estremi del provvedimento di rettifica del punteggio, emesso dalla scuola che ha effettuato la verifica;
    oppure

in mancanza di provvedimento di rettifica, comunicata nella nota in coda all’istanza, specificando i motivi che comportano la diversa valutazione. L’istituzione che tratta la domanda provvederà ad effettuare il riscontro e ad apportare, ove necessario, le modifiche al punteggio.

 

Graduatorie ATA terza fascia, come compilare la domanda. Tutte le Guide e le FaQ

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur