III ciclo TFA e poi lauree magistrali? Le linee guida del Ministero

Di Lalla
Stampa

E' doveroso offrire ai giovani laureati la possibilità di abilitarsi. E il TFA rimane il modello al quale il Ministero guarda.E' questo il principio dal quale parte il Ministro nel presentare gli obiettivi politici del Ministero dell'Istruzione nel 2015.

E' doveroso offrire ai giovani laureati la possibilità di abilitarsi. E il TFA rimane il modello al quale il Ministero guarda.E' questo il principio dal quale parte il Ministro nel presentare gli obiettivi politici del Ministero dell'Istruzione nel 2015.

Il modello del TFA (Tirocinio formativo attivo) ha introdotto un principio che il Ministero defnisce "sacrosanto": l'abilitazione si ottiene dopo aver dimostrato in aula di avere la preparazione e l'attitudine all'insegnamento.

Sulla base di questa convinzione si pensa inoltre all'introduzione di modelli più snelli quali l'inserimento direttamente nel percorso di laurea magistrale di un periodo di tirocinio con cui ottenere al momento della laurea e dopo aver discusso la tesi, anche l'abilitazione all'insegnamento.

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 181mila

Dunque il Ministero conferma l'attivazione del TFA come modello ordinario per il conseguimento dell'abilitazione fino alla rivoluzione delle lauree magistrali abilitanti. Un III ciclo che è già atteso da coloro che non sono riusciti a collocarsi nel II ciclo, e che rappresenta il lasciapassare per l'inserimento nella II fascia delle graduatorie di istituto.

La conferma del TFA avviene nella stessa giornata in cui da altre posizioni politiche si punta invece alla reintroduzione dei percorsi speciali abilitanti per docenti che da III fascia di istituto hanno svolto servizio.

Abilitazione insegnanti: serve un nuovo PAS per chi ha servizio. A dirlo Lega Nord

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur