Idonei STEM, sperano nel decreto milleproroghe: “Integrare le graduatorie dei vincitori di concorso. Proposta in linea con il PNRR”

WhatsApp
Telegram

Gli idonei STEM tornano alla carica in vista dei lavori che si stanno svolgendo per approvare il decreto milleproroghe in Parlamento.

Con l’assemblea congiunta delle commissioni Affari Istituzionali e Bilancio, scrivono i docenti STEM, prosegue alla Camera dei Deputati la discussione del disegno di conversione in legge del decreto Milleproroghe (Disegno di legge n. 3431 – Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228, recante disposizioni urgenti in materia di termini legislativi)“.

“Sul tavolo dei deputati, in discussione i tre emendamenti presentati la settimana scorsa ai presidenti delle commissioni, da parte di PD, FI e M5S“, proseguono gli idonei STEM che spiegano: “contestualmente alle proroghe, i proponenti chiedono di integrare le graduatorie dei vincitori del concorso per le cattedre delle materie tecnico scientifiche, STEM appunto, indetto lo scorso anno con il decreto Sostegni-bis, inserendo i concorrenti che hanno superato il concorso, quindi idonei abilitati all’insegnamento. La proposta è coerente con gli obiettivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza circa il rafforzamento dell’insegnamento delle materie scientifiche e tecnologiche e dell’elevato numero dei posti vacanti e disponibili“.

Il rappresentante degli idonei STEM Danilo Rafaschieri: “L’accoglimento degli emendamenti fa ben sperare la base della nostra comunità di docenti STEM. Attendiamo con apprensione gli sviluppi del dibattito parlamentare, che è stato avviato in questi giorni alla Camera, confidando nell’inserimento delle proposte nel testo del disegno di legge, in previsione del passaggio in Senato, programmato per la fine di febbraio”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur