Idonei infanzia e primaria concorso 2016: assunzioni fino all’ultimo, non uno di meno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato – Gli Idonei di infanzia e primaria gridano a gran voce la loro presenza. In un momento di grande incertezza per la scuola, in cui ogni categoria chiede  di essere ascoltata, non dimenticate gli Idonei del concorso 2016, la loro presenza è riconosciuta dal 334 ter inserito nella legge di bilancio 2017.

In cui si dice che sino al termine di validità le graduatorie di tutti i gradi di istruzione e di tutte le tipologie di posto sono utili per le immissioni in ruolo, anche in deroga al limite percentuale di cui all’articolo 400 comma 15, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n.297, limitatamente a coloro che hanno raggiunto il punteggio minimo previsto dal bando.

Il problema è la disparità tra Nord e Sud.

Al Sud le graduatorie sono piene e i posti sono dosati con il contagocce. Chiediamo delle misure che possano permettere che le graduatorie scorrano, vogliamo le stesse possibilità degli altri. Nelle regioni del Sud è difficile anche fare supplenze brevi.

Gli Uffici Scolastici Regionali devono pubblicare gli elenchi completi di vincitori e idonei. Gli Idonei chiedono di essere inseriti nelle graduatorie di merito ed essere assunti fino all’ultimo, non uno in meno. Noi ci faremo sentire fino alla scadenza della graduatoria, non ci arrenderemo mai, crediamo che il Governo del cambiamento premi  la meritocrazia.

Comitato Idonei  Infanzia e Primaria Concorso 2016

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione