Idonei concorso 2016 oltre il 10%, Governo: potranno essere assunti già dal 1° settembre 2017

Nella giornata di domani, 7 aprile 2017, i decreti attuativi della legge n. 107/2015 saranno in Consiglio dei Ministri per l’approvazione.

Tra i decreti da approvare quello sul nuovo sistema di reclutamento e formazione dei docenti della scuola secondaria, contenente la fase transitoria e che ha ottenuto il via libera delle competenti commissioni parlamentari con richiesta di modifiche. Una delle principali riguarda la fase transitoria che è stata praticamente riscritta e che dovrebbe risolvere un problema posto da tempo, ossia la sorte degli idonei del concorso 2016 oltre il 10% . Tali docenti, secondo il bando di concorso, non devono essere neppure graduati per cui, pur avendo superato le prove concorsuali, rimarrebbero con un nulla di fatto.

Il parere suddetto sembra aver trovato la soluzione al problema:

“Prevedere che il 50% dei posti vacanti e disponibili ogni anno siano coperti attingendo dalle graduatorie ad esaurimento (GaE), fino al loro esaurimento, e che la quota restante sia coperta prioritariamente mediante scorrimento delle graduatorie di merito dei concorsi banditi ai sensi dell’art. 1, c. 114, della legge 107/2015, anche in deroga al limite del 10% previsto dall’art. 400, c. 15, del d.lgs 297/94, limitatamente a quanti abbiano raggiunto il punteggio minimo previsto dal bando, avendo comunque riguardo ai legittimi diritti dei vincitori di concorso di essere immessi in ruolo;”

Gli idonei oltre il 10%, dunque, secondo la richiesta di modifica, potranno essere assunti in presenza di posti vacanti e disponibili. Tale previsione era stata ulteriormente chiarita dall’onorevole Ghizzoni (PD):

“Sono state previste, quindi, diverse misure. Innanzitutto, sono fatte salve le prerogative dei docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento (GAE) e dei vincitori del concorso 2016, inseriti in apposito graduatorie di merito (GM 2016). Nelle aree del Paese dove costoro non siano in numero sufficiente (in particolare al Nord), accederanno ai posti disponibili coloro i quali hanno superato positivamente le due prove previste dall’ultimo concorso 2016 (i cosiddetti “idonei”), ma che non si sono collocati nella fascia dei vincitori.”

Immissioni in ruolo idonei oltre il 10% limitata a coprire i posti banditi. Interesserà soprattutto regioni del Nord

La modifica richiesta nel parere sarà recepita dal Governo?

Possiamo affermare di sì, come confermato dalla risposta del Governo ad una specifica interrogazione parlamentare del 6 aprile 2017, posta dall’On. Chimienti (M5S).

Nella risposta si legge che il Governo intende accogliere la richiesta della VII Commissione parlamentare della Camera e che gli idonei oltre il 10% potranno essere assunti già da settembre 2017.

risposta Governo

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia