Idonei concorso ds: Crisi governo non ci penalizzi

Stampa

Comunicato del Comitato idonei concorso ds 2017: Dopo la formalizzazione della crisi di governo con la presentazione della mozione di sfiducia da parte della Lega, sembra molto probabile lo stop al DL scuola.

Noi 520 idonei del Concorso per dirigenti scolastici del 2017 abbiamo salutato con grande entusiasmo il predetto Decreto scuola che, tra l’altro, dovrebbe prevedere (infatti, mai come in questo caso il condizionale è d’obbligo) la sacrosanta trasformazione delle graduatorie del concorso docenti 2016 in “graduatorie a esaurimento”, con l’ineccepibile” assunzione di tutti gli idonei in esse presenti.

In pratica, noi 520 idonei del concorso ds del 2017 condividiamo il medesimo destino di “incertezza” degli idonei del concorso docenti del 2016 ed auspichiamo anche il loro solidale sostegno, insieme ovviamente a quello del mondo sindacale, perché anche la graduatoria del “nostro” concorso diventi ad esaurimento, estendendo il diritto all’assunzione anche a noi tutti.

Al riguardo, nei giorni scorsi, grazie al prezioso supporto di ANIEF, con la quale stiamo già esperendo le vie legali, abbiamo lanciato un accorato appello al Governo ed al Parlamento perché assecondino tali nostre istanze, recependole proprio all’interno del Decreto scuola, attraverso un articolo “ad hoc” che ci riguardi.

Adesso, però, la crisi di governo potrebbe far saltare la pubblicazione del predetto DL scuola, che era previsto per il prossimo 28 agosto.

Pertanto, richiamiamo la Politica tutta al senso di responsabilità, affinchè il Decreto istruzione, approvato in CdM lo scorso 6 agosto, venga ugualmente pubblicato in Gazzetta, senza se e senza ma, e soprattutto, nonostante la crisi di governo di questi giorni. Le istituzioni scolastiche italiane, martoriate dalla “supplentite” e dal precariato, non possono permettersi il lusso di attendere ancora provvedimenti così importanti.

Dal nostro canto, i rischio della mancata approvazione del DL scuola senza prevedere l’assunzione anche dei 520 idonei del concorso ds del 2017 è quello di innescare un ulteriore contenzioso all’interno della scuola, alimentando il triste fenomeno delle reggenze. E ciò sarebbe paradossale proprio in un momento storico in cui tra pensionamenti e entrata a regime della “quota 100”, nel prossimo biennio, saranno vacanti altre 1000 sedi di dirigenti scolastici oltre a quelle già messe a bando con il concorso del 2017.
Per ulteriori informazioni, si prega di contattarci all’indirizzo e-mail: [email protected]

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!