Identità alias per le persone trans: nome nuovo nei registri e possibilità di bagni senza genere. La novità a Treviso

WhatsApp
Telegram

La rete di avvocati Lenford, Avvocatura per i diritti LGBT +, giovedì prossimo, presenterà a Treviso il regolamento dell’identità alias, invitando tutti i presidi delle scuole all’adozione del provvedimento.

Così come segnala La Tribuna di Treviso, che cita diversi studi di settore, le persone transgender soffrono di più durante il periodo scolastico, bullismo e abbandono sono frequenti.

Da qui la proposta di un regolamento per un’identità alias che riconosca l’incongruenza tra il genere assegnato e quello elettivo. Chi sceglierà di avere accesso alla carriera alias sentirà all’appello il suo nome nuovo e così comparirà anche sul registro elettronico e in ogni documento scolastico.

Via libera anche all’adozione di bagni genderless, tutto senza la necessità di presentare certificato medico o documentazione psicologica.

Si apre, così, un dialogo tra la scuola e la famiglia. Va specificato che questo avrebbe valore solamente in ambito scolastico: “è come se si anticipasse l’effetto della sentenza di cambio di sesso, ma solo all’interno della scuola“, segnala Valentina Pizzol, avvocato della rete Lenford.

Il regolamento, che sarà presentato giovedì, non è “blindato”; è un modello che potrà essere integrato e modificato da ogni singolo istituto.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur