Iannarelli (Articolo 26): “La presenza dei genitori a scuola fa bene sia agli insegnanti che ai giovani”

WhatsApp
Telegram

Le parole, rilanciate sulla pagina Facebook di Orizzonte Scuola, dello psicoterapeuta, Raffaele Morelli, hanno fatto discutere. Sui nostri social boom di interazioni e commenti sulle graffianti parole di Morelli che punta l’indice sui genitori che dovrebbero restare fuori dalla scuola. 

A Orizzonte Scuola interviene Chiara Iannarelli, presidente dell’associazione di genitori “Articolo 26”: “Siamo davvero certi che nell’orizzonte di crescita dei nostri ragazzi e in quello della scuola sia indispensabile che ci sia l’alleanza con la famiglia. Che i genitori vadano anche formati ad una corretta partecipazione è vero e questo e uno degli obiettivi della nostra associazione. Ma queste parole sono divisive, vanno contro il buon senso e valanghe di studi scientifici tra l’altro”.

Poi aggiunge: “Una presenza viva dei genitori nella scuola – basata sul rispetto tra tutte le parti – fa bene sia agli insegnanti stessi che ai giovani, il cui contesto di crescita è costituito sia dalla famiglia che dalla scuola, che solo collaborando possono fare davvero il loro bene. Dispiace ascoltare da alcuni specialisti dell’ educazione che i genitori scuola “non devono mettere piede neanche nei consigli di classe”. Lavoriamo insieme invece – docenti e famiglie- aiutandoci e senza contrapporci perché le uniche vittime sarebbero loro, i nostri ragazzi”.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”