I vincitori del concorso straordinario AB25 nel Lazio: senza ruolo né abilitazione. Lettera

Stampa

“Noi docenti della classe di concorso AB25 delle regioni Lazio, Marche e Abruzzo, vincitori della prova del Concorso Straordinario per il Ruolo 2020, tenutosi nella regione Lazio, vorremmo portare tutti a conoscenza dell’ingiustizia che stiamo subendo e del trattamento iniquo che ci viene riservato nonostante la nostra condizione di vincitori di concorso.”

Abbiamo sostenuto la prova concorsuale il 28 ottobre 2020, con tutte le difficoltà che comporta sostenere una prova così importante durante una pandemia.

A causa delle difficoltà organizzative dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio e di vari malfunzionamenti che hanno interessato la piattaforma predisposta per la correzione da remoto da parte della commissione, gli esiti della nostra prova sono stati pubblicati soltanto il 26 luglio 2021, ben 9 mesi dopo lo svolgimento.

La prassi prevede che, trascorsi 15 giorni dalla pubblicazione degli esiti, vengano pubblicate le graduatorie di merito e, successivamente, venga avviata la procedura di immissione in ruolo per coloro i quali rientrano nel contingente dei posti messi a bando.

La nostra avventura, però, si è fermata al 26 luglio, in quanto nessuna graduatoria di merito è stata, ad oggi, pubblicata. Questo comporta per noi innumerevoli disagi: a pochi giorni dalla partenza dell’anno scolastico non siamo riusciti a ottenere l’immissione in ruolo e i posti destinati a noi, non potendo essere accantonati (perché per il concorso straordinario non è previsto alcun accantonamento) potrebbero andare ai nostri colleghi della prima fascia delle GPS, che si vedrebbero assegnare un posto a tempo indeterminato senza aver dovuto sostenere alcun concorso.

Se i nostri esiti fossero stati pubblicati prima anche noi avremmo potuto avere un posto nella tanto agognata prima fascia, ma “il caso” ha voluto che la finestra di iscrizione agli elenchi aggiuntivi di prima fascia terminasse il 25 luglio e fosse concesso di iscriversi con riserva solo a coloro i quali avrebbero avuto la graduatoria entro il 31 luglio.

Insomma, alla data del 23 agosto, ci ritroviamo senza graduatorie e senza il riconoscimento di un’abilitazione, esclusi da ogni procedura e, probabilmente, scavalcati da chi il concorso non lo ha nemmeno sostenuto.

Occorre sottolineare che la correzione della stessa prova nelle altre regioni, effettuata con la stessa modalità, è avvenuta molto più celermente, tant’è che i nostri fortunati colleghi del resto d’Italia sono stati immessi in ruolo senza alcun problema.

Abbiamo provato a chiedere delucidazioni all’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, ma ci è stato candidamente risposto che le graduatorie saranno pubblicate una volta pronte, e che la procedura di immissione in ruolo avverrà casomai l’anno prossimo.

Ci sentiamo vincitori di serie B, inascoltati, presi in giro, declassati. Chiediamo che questa nostra condizione venga portata a conoscenza di tutti e che le alte cariche del Ministero dell’Istruzione non permettano che avvenga un’ingiustizia così grande, forse senza precedenti.

Grazie.
Firmato: I vincitori del Concorso Straordinario 2020 delle regioni Lazio, Marche e Abruzzo per la classe di concorso AB25

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione