I vincitori del concorso 2016 chiedono di essere assunti. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Giovanni Nappi – I vincitori di concorso 2016 nelle graduatorie di merito a “pieno titolo” hanno il diritto di essere assunti.

 Dopo che per anni abbiamo subito danni per la scelta Ministeriale e dei sindacati di concedere deroghe alla mobilità bruciando migliaia di posti al sud per i vincitori di concorso, oggi ci ritroviamo privati ancora del diritto di essere assunti per una sentenza “repentina”, alla vigilia delle assunzioni, di un TAR che appena venti giorni prima, per lo stesso ricorso, aveva rigettato l’ingresso con riserva per chi ha superato le suppletive (coloro che non hanno l’abilitazione all’insegnamento). Inoltre altre cattedre sono ancora occupate da coloro che sono stati inseriti, sempre dal TAR, nelle GaE con riserva. Ad oggi ancora non hanno ricevuto una sentenza monocratica di rigetto come già sentenziato dalla Plenaria.

Chi deve tutelare i vincitori di concorso? Lo Stato dov’è in tutto questo caos?

Chiediamo con forza e con tutta la rabbia accumulata in questi ultimi anni, al Ministro Bussetti, ai Sottosegretari e ai Presidenti delle Commissioni Cultura Gallo e Pittoni, che sia messo un punto a tutto ciò attraverso una richiesta di risoluzione “netta” e “immediata” al Consiglio di Stato o all’Avvocatura di Stato

Versione stampabile
anief
soloformazione