I vescovi: “Le scuole cattoliche non sono avversarie di quelle pubbliche, occorre creare sinergia”

WhatsApp
Telegram

“Si tratta di raccogliere la sfida di un cambio anche culturale in atto nel nostro Paese. Questo non riguarda solo i giovani, ma – direi – soprattutto gli adulti e gli educatori in genere”.

Lo ha sottolineato il presidente della Cei, cardinale Matteo Zuppi, introducendo i lavori della sessione invernale del Consiglio episcopale permanente.

Da questo punto di vista, ha detto Zuppi, “l’ampia rete delle scuole cattoliche dovrebbe essere percepita come un’alleata e non come una avversaria della scuola pubblica, anche creando sinergie, collaborazioni e progettualità comuni per la crescita del sistema scolastico ed educativo”, a partire dal ruolo degli insegnanti di religione cattolica, “che hanno l’occasione straordinaria di intercettare le domande di senso dei ragazzi in età scolare e offrire loro chiavi di lettura importanti per tutta la loro vita”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur