I Ragazzi sindaci incontrano il Presidente Mattarella

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La delegazione dei Ragazzi sindaci della provincia ha vissuto con particolare entusiasmo la giornata del 21 novembre.

Di mattina al Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” hanno salutato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la seconda volta a Catania, in occasione dell’80° del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e la consegna della medaglia d’oro alla Bandiera dei Vigili del Fuoco.

Con grande emozione i ragazzi sindaci con la fascia tricolore, accanto ai Sindaci dei Comuni della Provincia, hanno partecipato al concerto intercalato dalla proiezione d’immagini che hanno ripercorso l’iter storico del Corpo dei Vigili del Fuoco.

Il messaggio del Presidente della Regione Nello Musumeci, del Sindaco Salvo Pogliese e le testimonianze dei Vigili del Fuoco sono rimasti ben impressi nell’animo dei ragazzi, che apprezzano il coraggio, la forza, la generosità dei Vigili del Fuoco sempre pronti al servizio, al soccorso, alla tutela del patrimonio artistico e naturalistico della nostra terra.

La delegazione, guidata dal preside Giuseppe Adernò con la partecipazione delle Dirigenti Anna Spampinato di Belpasso e Patrizia Pittalà di Sant’Agata Li Battiati è stata rappresentata dai ragazzi sindaci di Misterbianco, Belpasso, Santa Venerina, Maletto, CD Sant’Agata Li Battiati, Trecastagni, Istituto San Giovanni Bosco e Maria Ausiliatrice di Catania.

I ragazzi hanno anche salutato il Ministro degli Interni, Luciana Lamorgese, il Prefetto di Catania, Claudio Sammartino, il presidente della Regione, Nello Musumeci, il sindaco della città metropolitana, Salvo Pogliese, l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, l’assessore all’istruzione del Comune di Catania, Barbara Mirabella.

Nel pomeriggio i ragazzi sindaci di Belpasso, San Pietro Clarenza, Camporotondo e Tremestieri hanno partecipato alla solenne celebrazione della Virgo Fidelis presso il Santuario della Madonna della Sciara a Mompilieri.

L’incontro con il coraggio e la fedeltà dell’Arma dei Carabinieri ha completato una giornata intensa ricca di emozioni e carica d’insegnamenti e di valori che restano impressi nel cuore.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione