“I posti di sostegno sembrano non essere mai abbastanza”. Analisi su alunni certificati legge 104 nelle scuole dell’Emilia-Romagna

WhatsApp
Telegram

Una raccolta sistematica dei dati degli alunni certificati ai sensi della Legge 104/92 nelle scuole statali dell’Emilia-Romagna. La presentazione è a cura del Dirigente Stefano Versari.

In particolare, per quanto riguarda la risorsa “insegnanti di sostegno”, vediamo che la percentuale dei posti di sostegno sul totale dell’organico dell’Emilia-Romagna, è passata in 15 anni dal 9% al 15%. Ciò non soltanto perché gli alunni certificati sono aumentati ma anche perché è diminuito il rapporto statistico tra numero di alunni certificati e posti di sostegno: nel 2002-2003 erano 2,4 alunni certificati ogni posto di sostegno e adesso sono 2. Il dato non rende la quantità: può sembrare poco ma invece è moltissimo. Nella percezione diffusa, i posti di sostegno sembrano non essere mai abbastanza, anche per la insistita richiesta di assegnazione di un docente ogni allievo o addirittura di “coprire” con un docente dedicato ciascuna ora di presenza di un alunno certificato a scuola.

E’ doveroso evidenziare che, nonostante ciò che comunemente si crede, i posti di sostegno non sono diminuiti, rispetto al pur crescente numero di alunni certificati, come dimostrano i dati presenti nei fascicoli allegati alla presente nota. Occorre inoltre ricordare che l’inclusione scolastica è dovere dell’intera scuola e di tutto il suo personale, a partire dal Dirigente Scolastico per arrivare al personale ATA, passando per ciascun docente di ciascuna classe, che sia o non sia la classe di iscrizione dell’allievo con disabilità. L’inclusione è un costrutto sociale e non individuale e non si attua nel rapporto duale adulto/ragazzo.

Vai ai dati

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur