I numeri non valutano gli alunni. Come farlo capire a chi “riforma” la scuola? Lettera

Stampa
ex

inviata da Caterina Altamore – I numeri non valutano gli alunni. I numeri rilevano standard. I numeri bloccano.

La valutazione accompagna
La valutazione incoraggia
La valutazione motiva ad apprendere
Quando però i numeri prevaricano la valutazione (formativa), allora avviene il corto circuito. Il faticoso lavoro di mesi e giorni, curato passo dopo passo, d’improvviso scompare e, al suo posto, resta l’inconsistente nuvola di numeri che, impietosi giudici, ridono e irridono.
La nostra professionalità conosce bene la differenza; per questo noi “valutiamo” e lo facciamo con quell’attenzione pedagogica che valorizza il bambino, accompagnandolo nel suo processo di sviluppo.

Come farlo capire  e a chi “riforma” la scuola?

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur