I malfunzionamenti della Pubblica Amministrazione costano 225 miliardi all’anno. Lo studio Cgia

WhatsApp
Telegram

L’Ufficio Studi della Cgia ha stimato che il malfunzionamento della Pubblica Amministrazione (PA) ha un impatto economico sulle famiglie e sulle imprese pari a 11 punti di Pil, ovvero 225 miliardi di euro all’anno.

Questa stima è basata sulla complessità delle regole burocratiche della PA, sui mancati pagamenti da parte della stessa, sulla lentezza della giustizia civile, sul deficit infrastrutturale, e sugli sprechi presenti nella sanità e nel trasporto pubblico locale.

La Cgia ha riassunto i risultati di una serie di analisi sulle inefficienze della PA. Ad esempio, il costo annuo sostenuto dalle imprese per la gestione dei rapporti con la PA è di 57,2 miliardi di euro, i debiti commerciali correnti della PA nei confronti dei propri fornitori sono pari a 55,6 miliardi di euro, la lentezza della giustizia costa al paese 40 miliardi di euro all’anno, il deficit logistico-infrastrutturale penalizza l’economia per 40 miliardi di euro all’anno, gli sprechi nella sanità ammontano a oltre 21 miliardi di euro, e gli sprechi e le inefficienze presenti nel trasporto pubblico locale sono pari a 12,5 miliardi di euro all’anno.

La Cgia sottolinea che questi dati, che provengono da fonti diverse e che non possono essere sommati, sono comunque corretti e dimostrano che il malfunzionamento della PA è responsabile del livello di arretratezza della stessa rispetto ai principali competitor commerciali.

WhatsApp
Telegram

Nuovi ambienti di apprendimento immersivi per le didattiche innovative proposti da MNEMOSINE – Ente riconosciuto dal Ministero Istruzione