I librai di Roma alla sindaca Raggi: no alle limitazioni orarie di apertura

Stampa

Guido Ciarla, presidente del Sil  Sindacato Italiano Librai della Confesercenti di Roma, chiede  l’esonero della categoria dalle limitazioni d’orario di aperture  prorogate dalla Sindaca di Roma per “evitare le file per libri di testo e testi assegnati agli alunni per le vacanze”.

”Seppur  consapevoli di dover mantenere l’attenzione massima verso la  diffusione del Covid-19 -precisa Ciarla- troviamo ingiustificata la
scelta di ulteriore proroga dell’ordinanza e le relative limitazioni
che stanno continuando a danneggiare le nostre attività in un momento
cruciale come questo”.

”Inoltre -dice Ciarla- è fondamentale sottolineare che in queste
settimane si stanno registrando molti momenti di maggior affluenza con
momenti di code per la prenotazione dei libri di testo per tutti i
livelli scolastici visto che sono state ufficializzate le liste
adozionali dal Miur per il prossimo anno scolastico. Ora più che mai
abbiamo necessità di maggiori orari di lavoro per evitare file e
assembramenti dovuti alla necessità di ordinare e acquistare i libri
di scuola. Proprio per la necessità di evitare file e assembramenti
c’è bisogno di più ampio orario di lavoro per permettere alle famiglie
di poter andare nelle librerie e cartolibrerie in tempo per evitare
ritardi ulteriori al reperimento dei testi scolastici”.

”In queste settimane – ribadisce il presidente dei Librai – oltre ai
libri di scuola abbiamo avuto come sempre molta richiesta di testi per
le vacanze assegnati dai docenti per l’estate, il flusso è aumentato
grazie anche a questo aspetto non siamo in grado così di soddisfare
tutti senza creare file e disagio. Mi auguro che la Sindaca di Roma,
Virginia Raggi, ascolti l’appello della categoria e dei ragazzi”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur