I laboratori creativi di Verdolina scopre il mondo: un arcobaleno da toccare

di redazione

item-thumbnail

Pubbliredazionale Edises – “La creatività è l’intelligenza che si diverte.” Lo diceva una persona che di intelligenza ne aveva da vendere, un certo Albert Einstein.

Ma, qui e oggi, lo ripetiamo anche noi di Occhicielo, perché ne siamo proprio convinti: la nostra mente ha bisogno di creare, di dare forma a ciò che in lei stessa esiste ma che ancora non è nel mondo, di portare fuori quello che ha dentro, attraverso la scienza, la tecnica, l’arte.

Ci basterà ripercorrere all’indietro il filo dei ricordi e, seguendolo, tornare a quando eravamo bambini… sassi, sabbia, fiori, farina, stoffe… tutto poteva diventare qualcosa di diverso, il frutto personalissimo della nostra creatività.

Quanta soddisfazione mentre ci soffermavamo ad ammirarlo! Per un attimo il tempo si dilatava mentre eravamo fermi lì, a stupirci di noi stessi per quel nuovo oggetto che avevamo tra le mani e che, solo poco prima, esisteva solo nella nostra immaginazione.

I bambini hanno bisogno di creare, di “portare fuori quello che hanno dentro”, di dargli una forma, un colore, un suono che sia percepibile attraverso i sensi, che sia concreto, creato. Ma, soprattutto, i bambini hanno bisogno di avere l’occasione per creare! Per dare libero sfogo alle proprie capacità manipolatorie, per fare delle esperienze in cui siano “interi”, in cui cioè la mente e il corpo si muovano insieme, allo stesso ritmo, come ci ha ricordato la nostra amica neuropsicomotricista Marina Massenz nell’articolo che vi invitiamo a leggere sulla nostra rubrica A scuola di emozioni.

Forti di questa convinzione, noi di Occhicielo, insieme a Portale Bambini, continuiamo a proporvi i laboratori creativi ispirati alle avventure di Verdolina scopre il mondo. Siamo ormai giunti al Capitolo sette, in cui la nostra tovaglia verde incontra un personaggio davvero straordinario, che la lascia – stranamente – “senza parole”. È l’effetto dello stupore! Quello autentico, che congela e che, subito dopo, può diventare lo stimolo per nuove scoperte.

L’attività che vi proponiamo nel nostro nuovo laboratorio creativo, intitolato “Un arcobaleno da toccare”, parte da ingredienti diversi che, mescolati insieme, formano una materia morbida, colorata, capace di cambiare consistenza, di trasformarsi e di stupire.

Se volete sperimentarla con i vostri piccoli, riflettete ancora una volta insieme a noi sulle nostre emozioni leggendo Lo stupore lascia senza parole e, dal box che trovate al termine della lettura, scaricate il nuovo laboratorio creativo di Verdolina scopre il mondo!

E se ancora non conoscete Verdolina e le sue attività creative, scopritele ai link qui di seguito!

Capitolo uno – Quando la scoperta delle emozioni è prima del viaggio: la centrifuga delle emozioni

Capitolo due – Non c’è coraggio senza paura: la lavagna magica

Capitolo tre – La novità può far emozionare: colori da impastare

Capitolo quattro – La felicità è tanto dolce da stregare: accendi e spegni

Capitolo cinque – A volte è utile arrabbiarsi un po’: il mandala della rabbia

Capitolo sei – L’entusiasmo fa brillare: la tintarella di luna

Versione stampabile
Argomenti: