I guadagni dei docenti europei

di redazione
ipsef

dp – Il range passa dagli 8.542 euro annui lordi dei docenti rumeni ai 125.671 euro annui per i docenti del Lussemburgo. E i docenti italiani? Diciamo che c’è chi sta peggio. Un articolo sarcastico, ma su dati reali.

dp – Il range passa dagli 8.542 euro annui lordi dei docenti rumeni ai 125.671 euro annui per i docenti del Lussemburgo. E i docenti italiani? Diciamo che c’è chi sta peggio. Un articolo sarcastico, ma su dati reali.

Molti di voi avranno pensato che sarebbe stato meglio nascere docente lussemburghese, confortatevi col fatto che lì il clima non è favorevole, la temperatura massima che si raggiunge è di 23 gradi e nei mesi di gennaio e febbraio si arriva anche sotto lo zero.

Lo stesso vale per gli osannatissimi docenti finlandesi, guadagnano sì fino a 44.000 euro annui, vero, ma devono vedersela con temperature invernali che possono raggiungere i -15 gradi. E vi posso assicurare che non è una cosa da poco.

In fondo non siamo molto distanti dai francesi e spagnoli che vantano uno stipendio che può superare il nostro di 10.000 euro al massimo. Certo i tedeschi arrivano quasi a 15.000, ma considerate che con il declino del potere d’acquisto dei dipendenti la differenza è solo numerica ed illusoria.

Inoltre, c’è chi sta molto peggio di noi. I greci, ad esempio, percepiscono uno stipendio da docente delle superiori che si aggira intorno ai 20.000 annui. E questo dato risale a prima del default.

E se pensate che i 24, che possono arrivare fino a 38 mila euro annui che lo stato italiano vi passa non vi permettono di sbarcare il lunario, non dimenticate che i docenti dell’est hanno stipendi da fame: nella Repubblica ceca guadagnano circa 10.000 euro, in Polonia 9.000 e in Romania 8.500. Vorrei vedervi alle prese con le rate del mutuo.

Se volete tutti i dati sugli stipendi dei docenti in Europa andate a questo link

Per i dati sul clima consultate un atlante geografico

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione